Casa dolce casa…Ritorno al Massimino per i rossazzurri, reduci da quattro pareggi

Venerdì 17 dicembre 2004 alle 20;30 è prevista la sfida ufficiale numero 39 tra il Catania Calcio e la Salernitana Sport. Le due squadre si sono incontrate 18 volte in Serie B, 4 in serie C, 14 in serie C1 e 2 in Coppa Italia. Il Catania ha i precedenti dalla sua parte: ben quindici vittorie, contro le nove dei granata e i quattordici pareggi (42-31 le reti segnate). All’Angelo Massimino, nelle 18 partite disputate, la Salernitana si è imposta una sola volta, mentre il Catania ha sbancato 11 volte, pareggiando le restanti sei partite (30-13 le reti). All’Arechi, il Catania ha fatto un po’ peggio: ha vinto quattro volte, pareggiato otto volte e perso in otto partite (12-18 le reti). In Serie B, a Catania, il bilancio è sempre favorevole ai rossazzurri: 6 vittorie e 3 pareggi.L’ultima partita in casa dei rossazzurri è stata disputata il 22 febbraio scorso: i rossazzurri si imposero con un convincente 2-0, reti di Giuseppe Mascara al 48′ e Vito Grieco al 50′. Questa la formazione che scese in campo, condotta dal tandem Colantuono-Matricciani: Squizzi, Diliso, Stendardo (71′ Terra), Zoppetti, Giallombardo, Delvecchio (62′ Béhi), Grieco, Firmani, Montervino, Fini (74′ Berrettoni), Mascara. L’ultimo pareggio è un 2-2, 11a giornata del campionato 1989-1990: i rossazzurri allenati da Melo Russo, con il successivo pari a Terni, avrebbero stabilito il record catanese di pareggi consecutivi, ben 6! L’unica sconfitta è quella occorsa nella stagione 1992-1993, 32a giornata, crocevia di un altro record: le ultime cinque partite di quella stagione furono perse dal Catania di Salvatore Bianchetti, fece peggio solo la squadra del 1973-1974, sconfitta per sei partite di seguito.
La prima partita è stata disputata il 18 dicembre 1949: Catania-Salernitana 1-0, rete di Bruno Ziz, su rigore, al 58′. Era la prima partita dell’allenatore rumeno Laszlo Klein, che schierò questi undici giocatori: Goffi, Piram, Molon, Gavazzi, Ziz, Gualeni, Scimone, Garavoglia, Pierini, Bergonzi, Peruzzo.
Tornando ad oggi, in tanti vivranno una partita di ricordi: Roberto Breda (16 presenze nel 2001-02) e Nassim Mendil (6 presenze nel 2002-03) sono ex catanesi, mentre Eddy Baggio (27 presenze e 6 reti nel 2002-03), Marco Ferrante (30 presenze e 6 reti nel 1995-96), Salvatore Fresi (92 presenze e 5 reti dal 1993 al 1999) e Ciro Polito (è cresciuto nelle giovanili granata) hanno giocato nella Salernitana. Inoltre, Nedo Sonetti ha allenato i granata nel 2000-01, mentre i campani quest’anno hanno già esonerato gli allenatori Aldo Ammazzalorso (a Catania nel 2001-02) e Vincenzo Marino (che ha giocato in rossazzurro nel 1982-1983).
La Salernitana viene da cinque vittorie consecutive: la squadra di Gregucci è diventata una corazzata. Il Catania ha trovato la continuità: è reduce da quattro pareggi consecutivi, si spera di ottenere finalmente i tre punti, che mancano da più di un mese.