Quarta partita senza vittoria: 1-1 con l'ArezzoUniche note positive: i due nuovi acquisti e il goal di Serafini in rovesciata

Serafini

Il Catania ieri pomeriggio ha pareggiato 1-1 in casa con l’Arezzo: hanno segnato il neo rossazzurro Matteo Serafini con una stupenda rovesciata al volo su cross di Marco Padalino al 31′ e ha pareggiato Torricelli al 50′. Sono accorsi all’evento circa 7000 tifosi. Tra le due formazioni era la partita ufficiale numero 28, a Catania la numero 14. È la seconda volta che il confronto si conclude 1-1 a Catania (la quinta con i tre 1-1 in Toscana): nel 1971-72 l’unico precedente in casa. In trasferta, invece, si ricorda l’1-1 del 1966-67, del 1985-86 e del 1999-00. In quest’ultimo caso, segnarono Rinino al 57′ (aiutato da una papera di Gennaro Iezzo) e Igor Marziano al 92′.
Si tratta del secondo 1-1 in casa consecutivo. Gli ultimi due 1-1 in casa consecutivi risalgono alla stagione scorsa: Catania-Atalanta 1-1 (Sedivec per i rossazzurri) alla 15a e Catania-Ascoli 1-1 (Terra) alla 17a. Questa è la formazione schierata da mister Sonetti: Pantanelli, Lo Monaco, Bianco, Paschetta (51′ Manfredini), Suriano, Padalino (67′ Lombardi), Menegazzo, Caserta, Serafini, Russo, Ferrante (72′ Firmani). 20a presenza in campionato per Lo Monaco e Caserta; 15 presenza in campionato quest’anno per Firmani; 5a partita per Suriano. Esordio di Fernando Menegazzo e Matteo Serafini (che segna anche il suo primo goal). Prima espulsione per Lo Monaco. Il primo è un mediano nato ad Anita Garibaldi (Brasile) il 3 maggio 1981. Cresciuto nella Juventude di Caxias do Sul (nello Stato di Rio Grande do Sul, 7 presenze), è passato al Grêmio nel 2002 (nessuna presenza) ed è tornato a Caxias (24 presenze e 4 reti). Nell’estate 2003 è arrivato in Italia, al Siena (18 presenze e 2 reti). Quest’anno è stato impiegato 6 volte in campionato. Il secondo è un fantasista nato a Brescia il 21 aprile 1978. Cresciuto nella Cremonese (60 presenze e 5 reti), passa al Livorno nel 2001-02 (19 presenze e 2 reti), all’Arezzo nel gennaio 2003 (44 presenze e 15 reti) e a Siena l’estate scorsa. La società toscana lo ha schierato in 7 partite. Ha lasciato il Catania definitivamente, destinazione San Lorenzo, Mariano Messera. Per il fantasista argentino, solo 5 presenze quest’anno. Prosegue la serie negativa: non si vince da quattro partite. Appuntamento a domenica prossima: Vicenza – Catania.