Manifestazione contro il degrado e la violenza

I tragici avvenimenti di venerdì 2 febbraio sono l’ultimo e più inquietante segnale del degrado sociale, culturale e civile di Catania.
In seguito ad un violenza barbara ed insensata è stato ucciso, mentre svolgeva il proprio lavoro, l’ispettore di pubblica sicurezza Filippo Raciti, servitore dello Stato, marito e padre di due figli.
L’imbarbarimento della società catanese pone energicamente la QUESTIONE DEMOCRATICA nella nostra città; cultura e senso di solidarietà hanno lasciato il posto a egoismo sociale e violenza.
È necessario che la città si interroghi sui fenomeni che hanno in questi ultimi anni distrutto ogni forma di civile convivenza.
La città deve gridare BASTA.

È fondamentale che ogni cittadino onesto e democratico, preoccupato delle sorti civili e sociali di Catania, reagisca e si impegni per far rinascere la città.
NO AL DEGRADO E ALLA VIOLENZA

APPELLO APERTO ALLA CATANIA DEMOCRATICA E CIVILE

VENERDI’ 9 FEBBRAIO ORE 18:00
ASSEMBLEA CITTADINA
PIAZZA SPEDINI
CATANIA

 

Inoltre sabato 10 Febbraio ore 20:00 è stata indetta dalle due parrocchie di Cibali (il quartiere dello stadio…) una fiaccolata che partirà da piazza Bonadies fin dove l’ispettore di polizia, Filippo Raciti, ha perso tragicamente la vita. Chi voglia partcipare sarà il benvenuto, non è nulla a sfondo religioso, è piùttosto una forma di protesta, di sdegno, di pugno duro, una sfida ai “poveri potenti oscuri” che si permettono e si prendono la licenza di togliere la vita a chi, da vero uomo, fa “solo” il proprio dovere. Spargete la voce, la voce vera di una città stanca. p.s. in questo momento si sta vedendo di allungare il percorso da fare sabato, si potrebbe partire da piazza S.M.Ausiliatrice, poco distante da piazza Bonadies.

Se avete altre manifestazioni da segnalarci, siete liberi di farlo!