Basket, B1/f: Rainbow-VisNova 42-58

DiRoberto Quartarone

Feb 25, 2008

Anche la VisNova Monopoli vince al PalaGalermo: per la Rainbow è crisi nera.

Rainbow-VisNova 42-58
PalaGalermo di Catania, 23 febbraio, 18:00

Rainbow Basket Catania: Puglisi 14, Felice 10, Ferlito 5, Gambino 2, Manganaro 5, Buscema 2, Cunsolo 3, Messina, Cutugno 1, Saporito 0. All. Di Piazza
Visnova Monopoli: Garganese 10, Innocente, Cannella 2, Ferreri, Palmisano 28, Liuzzi 2, Perrone 11, La Penna 3, De Nitto, Bellarte 2. All. Passariello
Arbitri: Quartararo e Incamicia di Palermo.
Parziali: 11/10 – 22/22 – 34/42 – 42/58

Niente da fare per la Rainbow Catania, che non riesce a spezzare la serie nera in cui è incappata: sei sconfitte consecutive rimediate fino ad adesso dall’inizio della poul promozione, sei partite tutte possibili, ma tutte con esito negativo per la compagine catanese, che non riesce a vedere la luce.

Non ha niente da rimproverarsi però coach Di Piazza che più di muovere come sa fare bene le sue pedine, non può. Ci vuole forse un pizzico di fortuna in più che non guasterebbe per aiutare le rosso-azzurre ad andare negli spogliatoi con un po di morale in più, con un po di fiducia in più, per dare un senso maggiore al proseguo del campionato. Sabato si va a Bari, altro difficile match in casa di una Belladonna che sicuramente avrà come obiettivo la vittoria, per recuperare i due punti appena persi contro il Civitavechia e raggiungere nuovamente la vetta della classifica, che la vede ora al secondo posto a 16 punti.

Contro il Monopoli sabato la Rainbow ha iniziato con la giusta marcia e facendo credere al suo fedele pubblico e alla panchina che questa volta poteva essere la volta buona. Ma le redini della partita le padroncine di casa le hanno tenute in mano solo i primi due quarti. 11/10 il primo parziale, 22/22 il secondo. Poi si va negli spogliatoi e il Monopoli torna in campo quasi trasformato, allunga con Garganese, Perrone e Palmisano cecchine, che bucano la retina e la difesa avversaria catanese con decisione e pochi errori nelle realizzazioni.

Non bastano Puglisi e i suoi 14 punti e il suo bel gioco, ne Felice in doppia cifra, anche lei con 10 punti, 10 palle recuperate, due contropiedi realizzati e una buona difesa, a contrastare gli attacchi delle pugliesi, che al terzo parziale si portano subito sopra di 8 e manterranno questo distacco per quasi tutto il resto dell’incontro. Troppe palle perse e percentuali basse in attacco, poca precisione al tiro, sia da sotto che dalla linea dei tre punti. Non si trova una risposta positiva neppure dai vari cambi provati in panchina. Suona la sirena sul 42/58, tanto malumore in casa Rainbow. Ma non può piovere per sempre.

Maria Luisa Lanzerotti