Basket, C2/m: Gad-Gravina 69-56

DiRoberto Quartarone

Feb 18, 2008

Che le motivazioni contino qualcosa, nello sport come nella vita, è un principio che – a volte – molti, anche i più “esperti”, dimostrano di dimenticare….

Proprio in chiusura dell’articolo relativo all’ultima gara con l’AGS avevamo avuto modo di sottolineare che sarebbe stata una “ Trasferta insidiosa contro un avversario capace di fare risultato contro qualunque squadra grazie a giocatori esperti e validi come Di Masi, Esposito, Caselli e Torrisi ben amalgamati da coach Borzì con giovani interessanti come Arena, Basile, A. Borzì ed altri ancora. (cfr. www.tuttobasket.net)”

E così non ci smentisce Esposito che organizza con sagacia i giochi della sua squadra, o l’immarcabile Di Masi che realizza 24 p.ti (di cui 4 triple) dominando sotto canestro o Torrisi che con la solita grinta lotta su ogni pallone e realizza anche 7 punti (con una tripla) e – “last but not the list” – l’ala pivot A. Borzì che giganteggia sotto le plance raccogliendo rimbalzi su rimbalzi e realizzando pure 16 punti .

A deludere, invece, sono i ragazzi dello Sport Club Gravina che, “forti” della loro classifica e del successo della gara di andata (vinta con 21 punti di scarto), probabilmente entrano in campo “rilassati” e forniscono una prova mediocre lasciando increduli i tanti sostenitori presenti al Palagalermo.

Basti pensare ai “4” rimbalzi in attacco conquistati (nonostante in alcuni frangenti ci fossero in campo tre lunghi) ovvero al rapporto tra palle perse (20) e palle recuperate (“5”)… Se ci mettiamo pure “un po’” di imprecisione sui tiri liberi (realizzati solo 10 su 29) ecco che la frittata è fatta!

Già nel primo periodo si capisce che il Gad è in campo per vincere; tanti i palloni recuperati (leggi Torrisi) e i contropiedi vincenti che ne scaturiscono.

Coach Lo Faro si accorge subito che alcuni giocatori del quintetto non sono in giornata e comincia le rotazioni (Gullotti C. per Porto, Gullotti G. per Cavazza, Minardi per Ganci e Busi per Marino)…..La musica però non cambia e il quarto è chiuso da una bomba da tre di Esposito (18 a 10).

Nel secondo periodo continua il festival delle palle perse per gli ospiti che però trovano una tripla con Gulinello (immediatamente pareggiata da Torrisi) e grazie a qualche giocata individuale (leggi F.Marino e Cavazza su contropiede di Gulinello) riescono a ridurre lo svantaggio a – 5 (33 a 28)

Il riposo lungo ci restituisce le due squadre senza…”sorprese”: aggressivi in difesa e precisi in attacco i locali, scarichi in difesa e confusionari in attacco gli ospiti…

E così, anche se a metà quarto i ragazzi di Gravina riescono anche a pareggiare (39/39) mantenendo la partita in sostanziale equilibrio, da alcuni palloni persi (tra gli altri da Cavallari e Gullotti G.) scaturiscono i punti di vantaggio degli etnei che alla fine saranno 7 (53 a 46)

Nel quarto tempo l’elettroencefalogramma dei ragazzi del Presidente De Fino è ormai piatto.

Subito due canestri dello scatenato Borzì e Gad a + 10. Poi ci pensa Di Masi con una tripla a 4 minuti dalla fine a fissare il punteggio sul 62 a 49 con un + 13 che di fatto chiude la partita.

Poi nulla di tecnicamente rilevante…Lo S.C. , come nel I quarto, realizza solamente 10 p.ti (pochi per una squadra che doveva recuperare) mentre al Gad ne “bastano” 16 per chiudere in vantaggio di 13 punti (69 a 56).

Prossimo impegno per lo Sport Club Gravina domenica 24 febbraio alle 18 e 30 in casa (si fa per dire) al Palacus 2 contro il Grifone.

Impegno che si preannuncia difficile e ciò sia per le qualità dell’avversario che per le difficoltà oggettive che i ragazzi di coach Lo Faro potranno incontrare in un campo nel quale (prima di domenica) si saranno allenati solamente 4 volte (al pari degli avversari peraltro!). Siamo sicuri, però, che pur nelle difficoltà i nostri ragazzi sapranno fare quadrato e metteranno in campo tutte le loro grandi qualità …quelle stesse qualità che, siamo sicuri, non lascieranno più negli spogliatoi.

Addetto Stampa Sport Club Gravina.