Basket, C2/m: Gravina-AGS 79-70

DiRoberto Quartarone

Feb 13, 2008

I ragazzi del Presidente De Fino liquidano l’AGS con un punteggio che poteva essere di gran lunga più pesante se il catanese Damiano Cantone non fosse stato in serata di grazia realizzando 29 dei 70 punti messi a segno dagli ospiti.

La gara è stata bella perché vedeva fronteggiarsi due formazioni di media-alta classifica, con la squadra di casa attenta ad evitare passi falsi che ne potrebbero compromettere la risalita verso le prime tre posizioni in classifica e i messinesi che (con i nuovi acquisti) puntano decisamente agli ultimi due posti utili per i play off.

Già alla prima azione di gioco Cantone fa capire di essere in giornata e mette a segno i primi due punti. Gli risponde F. Marino che mette in difficoltà il suo marcatore realizzando quattro punti di fila. A metà quarto Cavazza esce per due falli e gli subentra Gullotti G.

Dopo un bel canestro di Porto, su scarico di Gullotti Carmelo, sale in cattedra Giovanni Gullotti dando il via ad un contropiede che Marino concretizza con i due punti del 20 a 12 per lo Sport Club.

Nel secondo quarto l’AGS continua a difendere a zona 3/2 ma lo Sport Club dimostra di non soffrire nessuna delle difese proposte da coach Romanetti.

Dalla panchina dei locali Lo Faro continua le rotazioni mettendo in campo Barbera per Gulinello, Marino Marco per Cavazza, Minardi per Ganci e poi Cavallari per lo stesso Minardi (al quale era stato fischiato il 3° fallo).

Nel secondo periodo il Gravina mantiene un vantaggio medio di 10 punti con Gulinello che realizza una bella tripla e poi, dopo uno spettacolare gioco a due con Marino F, fissa il punteggio sul 38 a 26 per i locali.

Se qualcuno poteva pensare che il risultato fosse ormai in cassaforte per gli etnei è costretto a cambiare idea da uno scatenato Cantone che inizia il terzo periodo spingendo sull’acceleratore e mettendo a segno 4 punti di fila al termine di due azioni personali.

Le difficoltà per lo Sport Club aumentano quando viene fischiato il 3° fallo a Cavazza, il fallo tecnico a F. Marino (sostituito da Minardi) e, dopo un pò, il 4° fallo sempre alla coppia Cavazza-Minardi.

L’Ags mette a segno un parziale di 11 a 1 e riduce lo svantaggio a soli 2 punti (39 a 37).

All’indemoniato Cantone che continua ad aprire centralmente la difesa dei locali (realizzando 14 punti sui 23 totali della sua squadra) rispondono Marino F. (con una tripla) e Gulinello con due triple di fila. Il punteggio finale vede il Gravina ancora avanti di 9 punti (58 a 49) nonostante il “tornado Cantone”.

L’ultimo quarto trascorre in modo sereno per i locali che amministrano bene il vantaggio eludendo alla grande il pressing aggressivo (e in alcuni casi falloso) dei messinesi.

Cavazza esce (incredulo) per 5 falli e “permette” così a coach Lo Faro di utilizzare Max Porto anche nel ruolo di play (terzo in una stessa gara dopo quello di guardia e di ala grande).

Il Gravina resiste bene al veemente ritorno degli ospiti e con alcuni contropiedi veloci riesce a riscaldare il pubblico presente sugli spalti terminando la partita con un vantaggio di 9 punti (79 a 70).

Tra i locali il miglior realizzatore è stato F.Marino con 25 p.ti (seguito da Gulinello con 23); tra gli ospiti….inutile dirlo è Damiano Cantone a realizzare 29 punti guadagnandosi il ruolo di migliore in campo in assoluto (con un terzo quarto da incorniciare).

Complimenti a tutti gli under del Gravina entrati nelle rotazioni (11 su 12 i giocatori impiegati) con una segnalazione particolare per Carmelo Gullotti tornato da un lungo infortunio e autore di una tripla che gli ha permesso di scaricare una tensione accumulata in alcuni mesi di sofferenza.

Prossimo impegno per lo Sport Club Gravina domenica 17 febbraio alle 17 e 30 in casa del GAD ETNA. Trasferta insidiosa contro un avversario capace di fare risultato contro qualunque squadra grazie a giocatori esperti e validi come Di Masi, Esposito, Caselli e Torrisi ben amalgamati da coach Borzì con giovani interessanti come Arena, Basile, A. Borzì ed altri ancora.

Addetto Stampa Sport Club Gravina.