Risposta di Sangiorgio sui mondiali

Gentilissimo Francesco,

È con vivo piacere che leggo (dal sito basketcatanese) le Tue considerazioni in merito al movimento cestistico della nostra provincia.

Credo che se Tu oggi puoi esprimere delle opinioni e delle proposte sul basket cittadino è forse merito di qualcuno che si è attivato per dare spunto a delle iniziative che creino e suscitino interesse.

Ritengo che i tuoi interrogativi siano genuini e non strumentali ad un progetto che si sta cercando di proporre con il solo fine di far arretrare ancora di più il movimento cestistico non solo nella provincia di Catania bensì di tutta la Sicilia.

E’ con lo spirito costruttivo e di confronto (anche se aspro), spirito che mi appartiene, che cercherò di esporre le mie idee nella speranza che Ti possano soddisfare anche se in parte.

Permettimi ma nelle tue righe avverto delle contraddizioni è cioè:

Ti ritieni appartenente al movimento cestistico catanese o no???

Io credo di si! Per cui tu sarai tra quelli felici di poter vedere dal vivo e nella Tua città i campioni dello sport che ti appassiona

Ritieni che anche paesi come l’Angola o l’Iran etc non siano in grado di smuovere l’economia a tal proposito pensa ad esempio ai media (TV,Giornali,Radio etc) si stima che saranno accreditati almeno cinquecento (500) persone.

Immagini in quante ore di diretta televisiva mondiale si accostano la provincia di Catania e il basket?? In quanti giornali (nel mondo) si scrive di Basket a Catania??? E potrei continuare con internet, radio, promozione dell’evento etc. Credo che siano un numero smisurato e difficilmente apprezzabile.

Non ritenere che siano importanti per il movimento la massa dei tifosi presenti durante lo svolgimento, ma prova ad immaginare cosa significa il premondiale con tornei da svolgere per ambientarsi al clima, preparazioni delle nazionali, clinic degli arbitri, stage per i tecnici etc.

Non credi che vigendo il criterio delle teste di serie per la formazione dei gironi sicuramente due nazioni delle prime otto del mondo disputerebbero il girone eliminatorio a Catania? Immagina un po’ se fossero la Spagna, gli Stati Uniti d’America, la Grecia, la Russia, l’Argentina.

Potrei continuare sulle opportunità che lo svolgimento di un girone per intero (quindici gare) possa apportare al nostro amato sport ma concludo sui mondiali che con circa sei anni disponibili e con l’entusiasmo che si verrebbe a creare sarabbero tantissimi i nuovi appassionati catanesi che si avvicinerebbero al basket.

Cercherò adesso di risponderTi ad alcuni Tuoi interrogativi.

In merito alle strutture Ti faccio presente che lo scrivente ha più volte sensibilizzato le società di Catania ad utilizzare impianti diversi dai soliti (Palagalermo e Palazurria) ma purtroppo la nostra città dispone di impianti idonei in zone periferiche (vedi Librino, vedi piscina Playa) che non sono di gradimento alle società.

Probabilmente Tu sei tra quelli che ritieni di dover svolgere l’attività anche al Palanesima, a tal proposito ti invito a voler prendere in considerazioni il piano economico di utilizzo dell’impianto (costi di gestione), vedrai che i costi per le nostre società sono esorbitanti a tal fine controlla quante società utilizzavano gli impianti comunali lo scorso anno dopo le venti per capire quali sono le difficoltà.

Non capisco cosa significa farsi rispettare come la pallavolo.

Ti chiedo, cosa può fare un Presidente della federazione per non fare smobilitare o fallire una società che è gestita dal punto di vista tecnico economico dai suoi dirigenti-proprietari??

Ti informo che grazie al contributo del consigliere Magrì e del presidente De Fino (S.C.Gravina) siamo presenti sugli organi di stampa in maniera massiccia, negli anni abbiamo avuto una trasmissione radiofonica interamente dedicata al basket provinciale (mer.14.30-15.00 Radio Catania), uno spazio sul maggiore quotidiano della provincia “La Sicilia” con cadenza settimanale, vi è quasi una pagina dedicata al nostro movimento provinciale, siamo sempre presenti nella seguitissima trasmissione televisiva di Antenna Sicilia “salastampa” della domenica, altre testate giornalistiche (Canale9-Prima TV) della provincia dedicano tantissimo spazio al basket e posso ancora continuare ma non voglio essere prolisso.

Mi rimproveri di non essere in giro sui campi ad assistere alle partite dei campionati giovanili. Non solo ne seguo svariate nella provincia ma per Tua notizia ho assistito alla fase finale del torneo Join the game di quest’anno svolto a Jesolo dove erano presenti due nostre rappresentative.

In merito al livello del nostro movimento giovanile io non posso che essere soddisfatto e orgoglioso per quello che si fa, infatti il nostro modello organizzativo viene preso da esempio dagli altri comitati della Sicilia, al comitato di Catania quest’anno è stato affidato di gestire i campionati giovanili su base regionale (vedi U21/m, U19f etc )

Forse non sei Tu molto attento al movimento giovanile di questi ultimi anni in cui le squadre della Provincia di Catania, oltre a crescere a dismisura, si sono fatte valere sia in ambito regionale, vincendo svariati titoli regionali, che nazionali. Non a caso sotto la mia presidenza per la prima volta una società di Catania è campione d’Italia di categoria.

Purtroppo non conosci o fai finta di non conoscere le mie battaglie di legalità intraprese nei confronti di chi gestisce il movimento cestistico della Sicilia ti cito, a mo di solo esempio, che ho denunciato alla procura federale una serie di fatti in merito alla gestione dell’ufficio gare regionale per l’ambiguo svolgimento di alcuni campionati in Sicilia. Ciò nell’interesse delle società della provincia che svolgono un’egregia attività con enormi sacrifici e non possono subire tali prevaricazioni.

Concludo questa mia, con una vena un pò polemica nella speranza che il moderatore me lo consenta.

In un Tuo post tu scrivevi “roberto, se ti mando un articolo sulla candidatura ai mondiali della città di catania, privo di calunnie ed offese, ma pieno di riflessioni ed un pò critico, sempre nel rispetto delle persone, me lo pubblicheresti?”

Cosa c’entrano Francesco con lo svolgimento dei mondiali le Tue conclusioni?? “Questo è un appello che faccio al nostro presidente ad un anno dalle elezioni: meno facciata e più interesse per il nostro movimento che lui rappresenta: il basket!!!”

Non sei mica strumentalizzato da qualcuno che non ama mai apparire in prima persona per criticare sempre l’operato degli altri??

Hai delle velleità politiche in seno al comitato che citi l’elezioni dell’anno prossimo???

Sai Francesco, per rilanciare il basket nella nostra provincia ci vuole gente disposta al sacrificio (come il gruppo di collaboratori del comitato, e sono diversi, come i giovani appassionati che stanno ricominciando dalla B2, come tutti i dirigenti delle 48 società di Catania) per cui se Tu ritieni di essere tra questi Ti aspetto a Settembre in Comitato per decidere insieme qual è il settore di tuo gradimento che ti piacerebbe promuovere e rilanciare altrimenti dietro una tastiera è facile criticare e citare solo le cose che si possono perfezionare e non citare mai le cose che si sono già perfezionate.

Michelangelo Sangiorgio
Presidente Comitato Provinciale Catania