Basket, B/m: Gragnano-Virauto 80-75

DiComunicati

Ott 20, 2008

Pallacanestro Catania sconfitta a Sarno.

Gragnano-Virauto 80-75
Palasport di Sarno, 19 ottobre, 18:00

Basket Gragnano: Parlato, De Crescenzi, Cavaliere 4, Di Napoli 21, Corvo 9, Mascolo, Russano 6, Ciampi 16, Falco 8, Manzione 16. All. Corvo.
Virauto Catania: Di Masi ne, Basile ne, Degregori 13, Consoli 15, Saccà, Valerio 13, Naso 7, De Luca 2, Rolando 9, Trevisan 16. All. Borzì.
Arbitri: Callosa e Scarfò
Parziali: 17-19, 43-38, 60-62.

Non riesce alla Pallacanestro Catania il colpaccio in casa del Sarno.I catanesi giocano complessivamente una buona partita, ma sono costretti alla resa dal quintetto campano. Gli etnei confermano i progressi palesati nel match interno giocato e vinto contro il Cus Bari,giocano una pallacanestro veloce ed essenziale, ma trovano sulla propria strada un avversario che ha avuto, soprattutto nel finale di partita, una buona dose di fortuna e un arbitraggio decisamente favorevole.

I rossazzurri di coach Pippo Borzì chiudono avanti di 2 punti il primo tempino, i padroni di casa chiudono l’intervallo lungo sul + 5; Trevisan e compagni sono in partita, lottano e combattono alla pari con l’avversario. Nel terzo quarto vampata d’orgoglio dei catanesi e partita che sembra mettersi su binari favorevoli, ma è soltanto un’illusione. Falco indovina un tiro da 3 da distanza ragguardevole e porta i suoi sul + 4. Nel finale due falli netti su Valerio e Degregori non vengono fischiati, insomma,ci si mette anche l’arbitraggio a tarpare le ali ad una Pallacanestro Catania che, nonostante la battuta d’arresto è viva e ha confermato di lottare alla pari con chiunque. Urge, quindi,un pronto riscatto.

All’orizzonte il match contro Catanzaro, un avversario sicuramente non facile da matare ma, alla Pallacanestro Catania non manca il carattere e il coraggio per compiere qualunque impresa.

L’addetto stampa
Andrea Rapisarda