Basket, B Ecc.: Rainbow-Diana 67-40

Torna alla vittoria la Rainbow di Pino Proietto: battuta Maddaloni.

Rainbow-Diana 67-40
PalaCus di Catania, 16 novembre, 16:00

Rainbow Catania: Puglisi 6, Felice 5, Ferlito 3, Cabibbo 15, Chimenz 20, Adorni 10, Fabbri 5, Messina 2, Gambino 1, Saporito. All. Proietto
Centro Diana Maddaloni: Barretta 9, Biccardi 11, Zampella 11, Cerretto, Iuliano 4, Pasquariello 3, Mandato, Valentino 2, Giannilevigna 7, Grimaldi. All. Napolitano
Parziali: 8/8 – 33/15 – 53/25 – 67/40

Al fischio d’ inizio sembra la solita brutta partita a cui ultimamente la Rainbow Catania ci ha purtroppo abituato. Proveniente da tre sconfitte consecutive, tra cui due esterne a favore, nell’ordine, dell’ Ecolink Termini Imerese e dell’ Otium Palermo, mentre la terza rimediata davanti al proprio pubblico di casa la scorsa settimana contro l’interessantissima Carpedil Battipaglia, la squadra catanese ritrova il sorriso nella prima di ritorno contro il Maddaloni di coach Napolitano sconfiggendolo 67/40.
Dopo due settimane caratterizzate da novità, come l’inatteso e discusso esonero di Gabriella Di Piazza, che non si finirà mai di ringraziare ed apprezzare per l’eccellente lavoro prestato con la passione, la professionalità di sempre e l’amore nei confronti di questo sport e della sua squadra, e che cede in panchina il posto al nuovo tecnico rossoazzurro Pino Proietto; poi ancora, dopo il ritiro dal campo da gioco di Rossella Manganaro, playmaker fedele negli anni della società catanese che per motivi personali decide di appendere al chiodo le sue scarpe, la Rainbow aggiunge altri 2 punti fondamentali alla sua posizione in classifica in attesa degli scontri diretti più importanti. Il primo quarto è lento, le due squadre non tirano molto e quando lo fanno, la percentuale di realizzazione si mantiene bassa: 8/8 termina il primo tempino. Dal secondo in poi la Rainbow si fa riconoscere. Il distacco si manterrà sempre tra i 15 e i 25 punti di differenza e a tenere le redini in mano saranno sempre le siciliane. Il gioco si velocizza e mantiene a lungo ritmi abbastanza alti. Inizia Felice a recuperare un buon numero di palloni in difesa insieme a Fabbri, palloni che vengono trasformati in insidiosi contropiedi realizzati in attacco. Puglisi si aggiudica il maggior numero di rimbalzi e il miglior gioco di difesa sotto le plance, mentre in attacco sul podio sale “Ludo” Chimenz che, pur rientrando dopo una lunga pausa forzata a causa della sublussazione al pollice della mano destra, superata, mette nel bottino 20 punti ed è top scorer del match, seguita dalla cecchina Cabibbo che ne realizza 15 e ritrova la sua solita mano; così come dall’altra lunga Adorni, anche lei in doppia cifra con 10 punti. Il Maddaloni gioca a sprazzi, e non bastano la discreta prestazione di Barretta opposta a Fabbri che ha la meglio nell’uno contro uno, nonostante gli acciacchi dovuti all’influenza, e il buon gioco di Biccardi, Zampella e Giannilevigna, migliori realizzatrici per la squadra campana. Ritrova morale quindi la Rainbow Catania, che al suono della sirena finale non si risparmia l’urlo di squadra a centro del campo che serve da incoraggiamento e da carica, oltre che da buon auspicio. Domenica prossima sarà nuovamente impegnata in trasferta in terra napoletana contro il team del Cercola.

Addetto stampa
Maria luisa Lanzerotti

2 thoughts on “Basket, B Ecc.: Rainbow-Diana 67-40

I commenti sono chiusi.