Basket, C2/m: Gravina-Mens Sana 68-51

DiComunicati

Nov 24, 2008

Il derby tra lo Sport Club Gravina e la Mens Sana Mascalucia si risolve nella vittoria dei padroni di casa.

Gravina-Mens Sana 68-51
PalaArcidiacono di Catania, 23 novembre, 18:30

Mens Sana Mascalucia: Santangelo,Pasquali 9, Di Maria, Gissara 8, Vetrano, Caruso 2, Boschetti 6, Barrera, Valenti 14,Allegra 12 all Giorgianni
Sport Club Gravina: Cavazza 12,Di Bella 4,Gullotti C, Gullotti G, Gulinello 3, Torrisi 8, Barbera 8, Marino 17, Minardi 5, Cavallari 2,Ganci 9 all Angirello
Arbitri: Di Franco e Piana
Parziali: 9-18; 22-9; 19-12; 18-12

Secondo successo di fila in casa per lo S.C. Gravina di coach Angirello.

Partita vinta non senza qualche affanno dai locali che decidono di iniziare a giocare a basket soltanto nel 2° periodo. Ad inizio gara, infatti, ci è sembrato di assistere ad un incontro tra una squadra (lo S.C. Gravina) che giocava alle “belle statuine” (con un assoluto immobilismo difensivo e degli attacchi al limite del ridicolo) ed un’altra che, pur non essendo tecnicamente eccelsa, giocava a basket (e cioè cercava di fare canestro e tentava di non farlo fare agli avversari…come direbbe un professore di mia conoscenza….) riuscendoci anche con efficacia assoluta.

Il primo periodo vedeva, infatti, la Mens Sana avanti per 18 a 9.

Il 2° quarto si apre tragicamente con una tripla degli ospiti che incrementano il vantaggio. Poi, nonostante i ragazzi di Mascalucia non mollino un colpo, i locali riescono a ridurre lo svantaggio prima con i tiri liberi di Guli, quindi con “Dolcezza Minardi” (canestro realizzato dopo un rimbalzo in attacco), e infine con il “Toro Torrisi” che mette a segno sei punti di fila (canestro da 2 + 4 T.L.) prima di lasciare il posto (e perché?…) a Barbera. Per fortuna, “Nureyev Barbera” entra subito in partita realizzando due canestri di seguito, di cui uno spettacolare in penetrazione a difesa schierata “danzando” alla sua maniera.

A questo punto “Dolcezza Minardi” macchia la sua bella prestazione (100% nei tiri da 2 e da 3) protestando con uno degli arbitri e facendosi fischiare fallo tecnico (anche quì fa il 100%!)

Prima del riposo lungo è “Clark Kent Ganci” che cattura l’ennesimo rimbalzo (alla fine saranno 10 in totale) mettendo a segno il canestro del pareggio 27/27.

Poi sale in cattedra Di Bella: ruba palla in difesa, subisce fallo antisportivo, segna i 2 tiri liberi e, quando mancavano 4 sec. al fischio finale, riesce a realizzare il canestro del +4 (31/27)

Il terzo periodo si apre come al solito con un break degli ospiti che fanno segnare un 4/0. A bloccare l’emorragia è l’ingresso di “Palla pazza Cavazza” messo in campo da guardia, per la prima volta in stagione, insieme a Di Bella che continua a giocare da play (esperimento riuscito).

A questo punto, si susseguono gli assist di Di Bella e dello stesso Cavazza, i canestri di “Palla pazza” che realizza 12 punti con una media paurosa e sale in cattedra il “Vampiro Marino” che realizza 17 punti e prende 10 rimbalzi con dedica personale al nostro tifoso “Don Pippo”.

L’ultimo periodo inizia con un confortante +11 per il Gravina. Il vantaggio è immediatamente incrementato grazie anche a Guli che prima, su rimessa, si dimentica che è il “suo” compleanno (a proposito AUGURI!) e regala un assist al Vampiro che da sotto non sbaglia e poi va in penetrazione in contropiede regalandosi un bel canestro del suo repertorio.

Esce tra gli applausi la “Palla pazza” e gli subentra “Molla Cavallari” che si fa notare per una bella penetrazione terminata con la sua mano che appoggia il pallone sull’anello.

Entrano anche il giovane La Mantia e Giovanni Gullotti, reduce da un infortunio alla mano.

Prossimo impegno in casa del Pgs Sales alle 17:30 al PalaGalermo. Molto atteso il rientro dello “Sportellatore dei Giardini Margherita”

Livio Lo Nigro
Addetto Stampa Sport Club Gravina.