Virauto Ford Catania: il capitano Sandro Trevisan suona la carica

S’è conquistato sul parquet i gradi di capitano. Sin dai giorni della preparazione precampionato. La sua grinta è stata in queste prime giornate di campionato, l’arma in più della Ford Virauto Catania. Si, proprio la grinta, poiché la sua classe e le sue doti cestistiche non si discutono. Sandro Trevisan, classe ’73, alessandrino di nascita, ha cominciato a giocare a basket ad Ovada (Alessandria), proseguendo la sua brillante carriera alla Robe di Kappa Torino, dove ha assaggiato la serie A1. Poi, ha cominciato a girare in lungo e in largo l’ Italia, fino all’approdo in Sicilia, prima a Palermo, adesso a Catania.

“Mi trovo benissimo – dice il capitano rossazzurro – ho subito sposato il lungimirante progetto del presidente Costantino Condorelli – stiamo facendo bene, speriamo di proseguire così”.

Chi è Sandro Trevisan fuori dal parquet ?
“Un ragazzo tranquillo, sposato con Barbara e padre di una bimba di 4 mesi che si chiama Sara”.

Come trascorri il tempo libero ?
“Ad essere sincero a casa con la mia famiglia, mi piace dormire per ricaricare le batterie dalle notti insonni per la piccola, ma amo passeggiare per Catania e visitare i luohi caratteristici”.

La squadra ti ha eletto capitano.

“Mi riempie d’orgoglio. Amo dare consigli ai nostri giovani e dare il massimo in ogni gara”.

Domenica ospiterete il Massafra.
“Ci vorranno tanta concentrazione e carattere,dando il massimo possiamo batterli”.

Ma sarà dura…
“Infatti, ma non dobbiamo guardare in faccia nessuno e lottare per vincere. Dipende soltanto da noi. Ci teniamo a regalare un’altra soddisfazione al nostro pubblico e lotteremo strenuamente perché ciò accada: parola di capitano”.

L’addetto stampa
Andrea Rapisarda