Basket, B Dil.: Adriatica-Virauto 83-70

Una Virauto Ford Catania rabberciata battuta dal Ruvo di Puglia.

Adriatica-Virauto 83-70
PalaColombo di Ruvo di Puglia, 21 dicembre, 18:00

Adriatica Ruvo di Puglia: Mlinar 6, Di Pierro 11, Zambon, Giordano 20, Teofilo 20, Grosso, Sartori 12, Cantagalli, Tisato 14, Marrocco. All. Guidi.
Virauto Ford Catania: Caltabiano ne, Di Masi 3, Basile ne, Degregori 14, Naso 11, De Luca 3, Catotti 8, Rolando 13, Trevisan 18. All. Borzì.
Arbitri: Crescenzo e Borgo.
Parziali: 14-19, 23-19, 21-15, 25-17.

Il solito grande cuore non è bastato alla Virauto Ford Pallacanestro Catania per matare il forte Ruvo di Puglia e cogliere un successo importante per il prosieguo della stagione. In formazione più che rabberciata a causa delle assenze di Consoli, Saccà e Valerio,il quintetto etneo ha lottato con l’onore delle armi, ha condotto il primo quarto ma è stata costretta alla resa. Non si chiude nel migliore dei modi il 2008 per i colori rossazzurri, ma non se ne fa un dramma. Il lungimirante progetto societario va avanti, la squadra con l’inneso di Max Reale verrà rinforzata e la salvezza è ampiamente alla portata di questa squadra. La fortuna, anche contro il Ruvo di Puglia, non ha aiutato gli etnei. Capitan Trevisan si è espresso sui soliti eccellenti livelli, ma questa volta sono mancati i ricambi in un confronto tiratissimo che soltanto nel finale ha visto i pugliesi in netta superiorità. Come già accennato primo quarto appannaggio dei catanesi. Nel secondo tempino locali avanti 29-19 (ma Degregori e compagni sono andati vanati di 8 ad inizio del parziale). La gara si snoda su un canovaccio pronosticabile, cioè padroni di casa che approfittano del fatto che i rossazzurri siano soltanto in 9 e vincono il confronto. I catanesi hanno dato il massimo, nessun rammarico. Dopo la pausa ci si dovrà confrontare contro l’Agrigento, nell’ultima gara del girone d’andata.Un derby tutto da seguire e che in casa Catania si vuol vincere a tutti i costi.

L’addetto stampa
Andrea Rapisarda