La Virauto Ford va a Bari

La seconda giornata di ritorno presenta per la Virauto Ford Catania l’ostacolo Cus Bari. Un match difficile che i rossazzurri dovranno interpretare con la solita grinta e concentrazione. “Si tratta di un quintetto temibile nonostante l’ultimo posto in classifica – spiega il diesse rossazzurro Marco Di Stefano – soprattutto in casa sono una squadra capace di mettere in difficoltà’ chiunque. Hanno degli esteni competitivi, ma difettano nelle rotazioni a causa degli infortuni che hanno subito. Hanno cambiato allenatore e questo sembra aver dato la scossa giusta alla squadra che, contro Maddaloni senza l’esperto Storchi ha fatto un figurone. Il nostro obiettivo e’ vincere e cogliere punti importanti per avvicinarci sempre piu’ all’obiettivo della salvezza. Potrebbe non essere della partita capitan Trevisan, alle prese con un infortunio al polso della mano destra. Se Trevisan non dovesse recuperare mi aspetto una prova strepitosa da parte degli esterni e da Max Reale, giocatore d’esperienza capace di elevare il tasso tecnico della squadra. Per fare il colpaccio in casa del Cus Bari dobbiamo controllare i rimbalzi, sia in fase d’attacco che di difesa, attuare un contropiede ficcante ed incisivo, e in questo l’apporto di Reale sara’ fondamentale”. Coach Pippo Borzi recupera in difesa Catotti. Potrebbe essere la gara giusta per Mirko De Luca, cestista dalle qualita’ tecniche, dal quale ci si aspetta una prova super. La squadra partira’ domattina alla volta di Bari, per una partita che rappresenta un banco di prova importante per il prosieguo di questa stagione”

L’addetto stampa
Andrea Rapisarda