Basket, U17/m: Cus Catania-Gravina 71-70

DiComunicati

Apr 16, 2009

All’ultimo respiro, il Cus Catania vince la finale provinciale under-17 contro il Gravina.

Cus Catania-Gravina 71-70
PalaBattiati di Sant’Agata li Battiati, 15 aprile, 20:00

Cus Catania 2003 “A”: Agrifoglio 17, Cadile ne, Salvia, Iannitello ne, Risiglione 6, Santonocito 10, A. Guadalupi 17, Cosentino 8, Costantino © 11, Scuto ne, Williams 2. All.: G. Guadalupi.
Sport Club Gravina: Di Nicola 5, Musumeci, Lino 5, Russo ne, Carbo ne, La Mantia © 10, Lattuca 16, La Pinta ne, C. Rappoccio 1, Giubilante ne, D’Angelo 21, Indiogine 12. All.: G. Rappoccio.
Arbitri: C. Luca e G. Luca di Catania.
Parziali: 20-7, 14-18; 15-17, 22-28.
Spettatori: 80 circa.

santonocito
IN ALTO. Enzo Santonocito si erge sulla difesa gravinese per segnare [Basket Catanese].

Davanti ad un pubblico numeroso e appassionato, Cus Catania e Gravina disputano una splendida partita e dimostrano perché hanno vinto rispettivamente il Girone A e il Girone B del torneo provinciale Under-17. Soprattutto il secondo tempo è stato giocato con un ritmo ed una qualità di gioco non indifferenti, da entrambe le parti.

Il Gravina si arrende solo a 0.87” dal termine quando D’Angelo, uno dei migliori dei suoi, segna entrambi i tiri liberi che portano a -1 gli ospiti. Paradossalmente, solamente sbagliando il secondo e poi prendendo il rimbalzo e segnando i gravinesi avrebbero potuto pareggiare o addirittura vincere. Il Cus, infatti, effettua la rimessa e mantiene la palla quel tanto che basta per vincere la partita che lo incorona campione provinciale under-17.

La squadra di Giuseppe Guadalupi ha sudato sette camicie per avere ragione di quella di Guglielmo Rappoccio. Per tutto il primo tempo, in verità, sembrava chiaro che i gravinesi non potessero contrastare le ottime giocate di Cesare Costantino e Andrea Guadalupi, entrambi in ottima vena, e il duello tra D’Angelo e Santonocito sembrava ridursi ad una formalità per il secondo. Intorno al 15’, il Cus è sul 27-10. Nel finale, un timido tentativo di ripresa del Gravina porta il risultato sul 34-25.

gravina
RIMBALZISTA. Emanuele Lattuca, che ha catturato almeno sei rimbalzi in attacco, si appresta a segnare [Basket Catanese].

E qui entra in scena Emanuele Lattuca. L’ala gravinese si esalta proprio a cavallo dell’intervallo lungo, conquistando in poco tempo quattro rimbalzi offensivi e recuperando un paio di palloni fondamentali. I suoi compagni, intanto, aumentano il ritmo e il fiato sul collo del Cus mette in crisi i portatori di palla, che si permettono qualche leggerezza di troppo. Tutti i gravinesi danno il massimo e solo una tripla di Guadalupi riesce a mantenere una certa distanza: 49-42, +7.

Nel quarto periodo, la rimonta prosegue. Ancora Lattuca (che cattura altri due rimbalzi in attacco) e D’Angelo contribuiscono all’aggancio sul 52-52 dopo 3’, con il canestro decisivo di La Mantia. Dopo aver raggiunto il 55-55, il risultato torna in mano dei padroni di casa grazie ad un tiro libero di Antonio Agrifoglio. Il play cusino sale in cattedra dalla lunetta: per lui 7/8 negli ultimi minuti, con una freddezza che è decisiva per il risultato finale. Malgrado un parziale tremendo di 10-0, il Cus non riesce ancora a piegare il Gravina, che riprende coraggio soprattutto dopo l’uscita per cinque falli del capitano cusino.

fallo
FALLO. Cesare Costantino commette fallo su Federico Indiogine: sarà il quinto per il capitano cusino [Basket Catanese].

La squadra di Rappoccio infatti rimonta punto su punto e si porta sul -1 con un’ottima azione sull’asse Indiogine-Lattuca. Il primo recupera palla a centrocampo, s’invola solo verso il canestro, segna, subisce fallo e sbaglia il libero; Lattuca però ruba la palla alla difesa cusina e segna il 69-68. A 5” il punteggio cambia ancora grazie al tiro da sotto di Agrifoglio, che sblocca una situazione di stallo durata quasi tutto l’ultimo minuto. Poi arrivano i liberi di D’Angelo. E l’esultanza del Cus, che affronterà le avversarie del concentramento regionale ad inizio maggio.

Roberto Quartarone