Pippo Borzì: «Non lasceremo nulla d'intentato»

Virauto Ford Catania: il coach Pippo Borzì dentro e fuori il parquet.

Pippo Borzì, catanese, coach della Virauto Ford Catania ha cominciato la carriera di allenatore nelle fila del Giarre. Passò poi all’Acireale, proseguendo con Ragusa (ben 12 anni) e Rainbow Catania, squadra di B d’Eccellenza femmnile.
In questa stagione ha confermato di essere un tecnico di gran livello, guidando i rossazzurri del presidente Costantino Condorelli fino al secondo posto in classifica in un campionato davvero difficile.
“Un torneo formato da ottime squadre:Ruvo, San Severo, Maddaloni, Corato.La nostra arma in più è stato il gruppo, sempre unito e determinato e la voglia di vincere di tutti i giocatori del roster”.
Siete al secondo posto in classifica: domenica l’ultima di campionato ad Agrigento. La società ha anche allestito due pullman per i tifosi.
“Vogliamo vincere e mantenerci vicecapolista. Poi, penseremo ai play off, non lasceremo nulla d’intentato, a questo punto ci giocheremo il tutto per tutto per poter vincere il campionato.I tifosi, durante tutta la stagione sono sempre stati appassionati e calorosi,il loro apporto anche ad Agrigento sarà fondamentale per far bene”
Come occupa il tempo libero?
“Non ne ho molto,infatti, la mattina svolgo la mia attività di professore di educazione fisica al liceo Lombardo Radice di Catania. Quando sto a casa amo rilassarmi guardando il basket in tv, leggendo o navigando in internet con il pc”.
E’ sposato ? Si, e ho anche due figli: Antonio e Roberta. Antonio gioca a pallacanestro nel Gad Etna , nostra società satellite e si allena spesso con noi”.
La sua più grande passione è dunque la pallacanestro.
“E non soltanto, amo giocare a Bridge, insomma, non so proprio stare con le mani in mano”.
L’addetto stampa
Andrea Rapisarda