C Dil.: Isocasa-Acireale 93-94

DiComunicati

Dic 14, 2009

Acireale, momento magico… Partenza molto difficile… Smarrimento in attacco, percentuali alte per Cosenza… Dal 20′, il ritmo e l’intensità aumentano… Decisivo Paolantonio…

Isocasa-Acireale 93-94
Poliuso Comunale di Cosenza, 13 dicembre, 18:00

Isocasa Cosenza: De Marco 6,Ambrosecchia 18,Pate A. 25, Rea 10, Alfonso 13,Giannotta,Sacca’ 12,Pate M. 2,Ramundo 7,Cino.All.re:Marzullo.Tiri da tre punti:Ambrosecchia 3,Rea 1,Pate A. 3,saccà 2,Ramundo 2.
Basket Acireale:Marzo P. 15,Vitale 2,Russo 10,Casiraghi 12,Di Dio 15,Giuffrida,Vazzana 10,Paolantonio 24,Signorelli,Marzo A. 6.All.re:Foti.Tiri da tre punti:4 su 14.Tiri liberi:23 su 27.Tiri da tre:Paolantonio 1,Casiraghi 2, Marzo P. 1.
Arbitri: Rodia e Marsico di Avellino.
Parziali: 28 a 17. 34 a 29. 18 a 21. 13 a 27. Progressivi: (28-17) (62-46) (80-67) (93-94)

Momento magico per la Sicilverde Acireale che al Palaferraro di Cosenza mette a segno la quinta vittoria consecutiva,seconda in trasferta.Gara intensa e vibrante con Acireale che si porta sul 7 a 2, con una tripla di Casiraghi e due canestri di Paolantonio e Marzo rispettivamente. Ma Cosenza riporta subito le cose a posto con le conclusioni di Alfonso e le triple di Ambrosecchia.Il quintetto acese si smarrisce in attacco, intestardendosi nella semplice formula di un passaggio , un tiro, che ogni volta si trasforma in un gradito assist per i locali che fra l’altro vanno a canestro dal perimetro con percentuali altissime. Giocoforza è 28 a 17 per i blu locali alla fine del primo quarto.

La Sicilverde Acireale non riesce ad attaccare con pericolosità subendo in difesa la precisione di Antonio Pate e la fisicità di Alfonso ed il secondo quarto dice 62 a 46 per Cosenza.Nel terzo tempino Russo e compagnia aumentano lo spessore difensivo mentre la manovra offensiva diventa più fluida ed Acireale è ancora lì in partita portandosi a meno cinque.Ma tre errori uno dietro l’altro permettono ad Ambrosecchia di riportare Cosenza a più 13, 80 a 67.

Ultimo quarto, Acireale è ancora lì, non molla ed è come un pugile che lavora ai fianchi di un’avversario che comincia ad accusare qualche difficoltà ad attaccare la difesa schierata.Cosenza comincia a barcollare sotto i colpi di una Sicilverde decisa a rimontare.Minuto dopo minuto il vantaggio cosentino diminuisce fino al più cinque a quattro minuti dalla fine. Acireale continua a correre, mentre sembra che Cosenza abbia perso lucidità, forse avrebbe bisogno di qualcosa dai box, e pur perdendo Casiraghi per raggiunto limite di falli, Paolantonio, Alberto e Pietro Marzo con Di Dio portano la Sicilverde in vantaggio a meno di due minuti dalla sirena.Segna Paolantonio, risponde Rea con due liberi ,Alberto Marzo fa il 92 a 91 acese;ancora Ambrosecchia ed è controsorpasso, 93 a 92.

Mancano 24 secondi, Acireale attacca, sbaglia Di Dio che cattura il rimbalzo, assist per Paolantonio che da sotto firma il 94 a 93 per i suoi.Mancano dieci secondi, ultimo attacco cosentino, difesa ferrea della Sicilverde Acireale che non commette neppure fallo sul tiro di Rea che non va a segno mentre il rimbalzo è sommerso solo dalle canotte granata.

94 a 93, dunque per gli atleti di coach Foti, per una vittoria difficile ma nel contempo esaltante per il crescendo del team acese. Si prospetta a questo punto un’altra gara intensa e tirata che speriamo possa essere onorata del pubblico delle grandi occasioni quando Domenica 20 Dicembre 2009 alle ore 18.00 al Palavolcan sarà di scena una delle candidate al salto di categoria, il Gioia Tauro guidato in panchina da una bandiera della pallacanestro italiana , Alessandro Fantozzi.

U.S. B.A.