B/f: L'Elefantino-Olympia 54-47

DiComunicati

Feb 2, 2010

Calma, tranquillità ed esperienza… Serafica, ottimo innesto… Buone le percentuali elefantine, meno quelle reggine… Grosso vince la sfida delle bionde…

L’Elefantino-Olympia 54-47
PalaGalermo di Catania, 30 gennaio, 17:30

L’Elefantino Catania: Panvini 2, Giunta 5, Patara 12, Celi, Nigro 2, Bella 3, Musumeci, Bruni © 5, Grosso 15, Serafica 10. All. Parisi.
Olympia Reggio Calabria: Vozza 6, Romeo ne, Pirrello, Imeneo, A. Putortì 13, Morto 1, Nakkache, Onugha 4, V. Putortì ©, Nicosia 2, Gaeta 21. All. Luppino.
Arbitri:
Garofalo e Cappello di Porto Empedocle.
Parziali: 15-6, 16-7; 13-13, 10-21.

grosso serafica

OSSERVATA. Gabriella Serafica osserva Nisia Grosso durante il riscaldamento pre partita; sullo sfondo, la capitana Deborah Bruni [Basket Catanese].

Con calma, con tranquillità, con la forza dell’esperienza, L’Elefantino gioca bene e riesce a superare anche l’Olympia Reggio Calabria, confermandosi al terzo posto alle spalle di Patti e LuMaKa. L’innesto dell’intramontabile Gabriella Seràfica sembra aver fatto molto bene alla squadra di Dario Parisi, ora molto attenta anche in fase difensiva. La differenza contro le reggine la fanno però le percentuali al tiro: L’Elefantino tira poco e bene, molto meno l’Olympia che riesce a rimontare nel finale grazie alle iniziative della pivot Gaeta e dell’ala Alessandra Putortì.

Nisia Grosso, che subentra all’infortunata Celi e risulta decisiva in fase di costruzione e di finalizzazione, vince la sfida delle bionde con la play biancoverde Roberta Vozza e dà l’impulso decisivo per la vittoria con nove punti nel secondo quarto, tra cui una tripla e un gioco da tre punti. Poi è normale amministrazione, l’Olympia viene scossa dalle triple di Putortì ma non completa la rimonta. E L’Elefantino può ormai dirsi sicuro della Poule Promozione.

Roberto Quartarone