Riolo trionfa alla Targa Florio

DiComunicati

Mag 8, 2010

A cinque anni dalla sua ultima affermazione il cerdese, beniamino di casa, Totò Riolo (nella foto ErregiMedia) ha vinto la 94.esima edizione della Targa Florio. Il portacolori della scuderia Ateneo ha vinto così la sua terza “Targa”, diventando il pilota siciliano che più di ogni altro, dal 1978 (quando la Targa Florio si è trasformata da gara di velocità su strada a rally) ha firmato l’albo d’oro della corsa delle Madonie. Prima di lui era riuscito a farlo solo Nino Vaccarella, anche se il paragone appare forse irriverente per il “professore” palermitano che le sue vittorie le ha ottenute quando la Targa Florio era una delle gare più importanti del calendario mondiale.

Nella gara odierna, organizzata dell’Automobile Club di Palermo, Riolo, al volante di Citroen Xsara Wrc, in coppia con il piemontese Carlo Canova, si è aggiudicato il miglior tempo in quattro prove speciali delle nove disputate.

Dopo un avvio incerto nella “super prova speciale” Città di Palermo, disputata sul tracciato cittadino allestito alla Fiera del Levante, il pilota di Cerda si è lanciato nelle rincorsa alla leadership. L’esperienza sull strade di casa e la naturale velocità di Riolo hanno fatto la grande differenza sulle prove speciali del sabato. Il primo passaggio, sulla prova “Targa” gli ha consentito di issarsi al secondo posto assoluto, quello conseguito a Lascari invece gli ha permesso il perentorio sorpasso ai danni del campione comasco Felice Re, fino a quel momento in testa. Con il miglior tempo nella successiva Campella e nella ripetizione della Lascari, Riolo allungava con decisione, acquisendo il vantaggio di 28”8 su Re assicurandosi la prima posizione.

Da quel momento, Riolo ha controllato gli avversari, senza più forzare ha lasciato loro la possibilità di giocarsi la seconda piazza.

«Sono felicissimo, è una gioia incredibile», questo il commento di un raggiante Riolo all’arrivo di Termini Imerese. «Fino all’ultimo stentavo a crederci, finalmente abbiamo raggiunto questa terza vittoria. I miei ringraziamenti vanno ad Agatino Pedicone, patron della Scuderia Ateneo, che ha fatto di tutto affinché il nostro sogno si realizzasse, alla Pirelli per il supporto tecnico, al mio navigatore Carlo Canova ed ai moltissimi fans sulle speciali, encomiabili».

E’ stato quindi il duello tra Felice Re e Luca Pedersoli, intenso come da previsioni, a rendere elettrizzante la terza sfida del Trofeo Rally Asfalto di ACI Csai. Ancora una volta, sono state le scelte delle mescole degli pneumatici a dar vantaggio prima al comasco al volante della Citroen Xsara Wrc Errepi Racing, che manteneva il secondo posto assoluto, poi al bresciano in coppia con Matteo Romano, su Ford Focus Wrc Mirabella Mille Miglia, che con un rush finale si è aggiudicato tre PS insidiandolo.

L’ultima speciale è stata la discriminante. Arrivati con sette decimi di secondo a favore di Re, la contesa si è risolta a suo favore per un solo decimo di secondo che gli ha assicurato la seconda piazza assoluta, a 21”9 dal vincitore Riolo, e la leadership solitaria in campionato. Al terzo posto assoluto è quindi Pedersoli, che ha segnato il miglior crono anche in quest’ultimo impegno, portando a quattro i suoi centri giornalieri. Pedersoli passa quindi in seconda posizione nella generale della serie ACI Csai, a due punti da Re.