Speciale play-off, le gare-2 di C2

DiRoberto Quartarone

Mag 12, 2010

San Luigi, Cocuzza e Melilli già qualificate… Gela, poca resistenza… Piazza Armerina, fuori con onore… Gravina, una disfatta… Giarre-Mia a gara-3…

Studentesca-San Luigi 61-80
Palestra Provinciale di Gela, 8 maggio, 18:30
Studentesca Gela: Gentile 7, Stamilla 2, Ciaramella 13, Mammano 12, Messina 1, Trespoli 3, Cattuti 16, Cannata, Carbone ne, Lo Chiano 7. All. Trespoli.
San Luigi Acireale: Cantone 15, Mussini 10, Messina 21, Spadaro 4, Vetrano 15, Prudente 12, Privitera 3, Riolo ne, Guadalupi ne. All. Nicolosi.
Arbitri: Comito di Siracusa e Di Benedetto di Piazza Armerina.
Parziali: 18-26; 34-45; 49-53.
Ivan Messina torna a segnare un ventello, ma se il San Luigi privo di Mazzerbo manda ben cinque uomini in doppia cifra è sintomo che la resistenza della Studentesca non è proprio il massimo. Neanche Mammano, autore di un trentello in gara-1, riesce a ripetersi, e così dopo un primo tempo dignitoso, i gelesi subiscono il ritorno degli acesi. Lo scarto finale (+19) conferma che la squadra biancazzurra si qualifica per la semifinale, contro il Melilli, in una condizione decisamente migliore rispetto allo scorso anno.
Ferrara-Cocuzza 72-89
PalaFerraro di Piazza Armerina, 8 maggio, 19:00
Ferrara Piazza Armerina: Pecoraro, Lionti, Ciancio 17, Panno 1, Filetti 8, Chiaramonte 21, Falcone, Aguglia 5, La Malfa, La Mattina, Gallani 20. All. Barravecchia.
Cocuzza San Filippo: Kos 22, Mobilia 13, Vento 2, Amendolia 5, Cassisi 8, Coppolino 15, Milone 7, Giorgiani 2, Coppola 2, Amato 2, Catanesi 11. All. Romeo.
Arbitri: Cappello e Fiannaca di Porto Empedocle.
Parziali: 14-34, 41-55, 57-72.
La Grottacalda di Piazza Armerina esce a testa alta contro il Cocuzza, dopo due gare ovviamente sempre tenute in mano dai messinesi, ma comunque non così nettamente. In casa degli ennesi è il primo periodo a fare la differenza, con Dominik Kos sugli scudi. Tra i piazzesi, Ciancio, Chiaramonte e Gallani fanno il possibile, ma lo scarto rimane di 17 punti per i messinesi. In semifinale va il Cocuzza, la matricola Ferrara, comunque, esce con onore.
Giarre-Mia Messina 61-75
PalaJuvara di Giarre, 8 maggio, 19:00
Basket Giarre: Antronaco 9, Catalano 5, Vasta 6, Ciaurella 3, Torrisi, Spadaro 2, Marzo 11, Caminiti 12, Scudero 7, Cutuli, Quattropani 6. All. D’Angelo-Quattropani.
Mia Messina: Pellegrino ne, Galletta 12, Ioppolo 12, Bonomo 11, Bonfiglio 4, Barlassina 5, Donia, Mazzù F. 11, Mazzù C. ne, Minutoli 20, Gulletta ne, Bartilotti ne. All. Baldaro.
Arbitri: Giordano e Collura di Gela.
Parziali: 19-22, 28-31, 43-47.
Ancora ci vorrà una gara per sapere chi passerà il turno tra Giarre e Mia Messina. È rientrato Alberto Marzo, ma i suoi 11 punti non spostano la contesa a favore dei giarresi. La vittoria a Messina è stata quindi annullata da una sconfitta casalinga frutto dell’ottima prova corale della squadra di Dani Baldaro, con il lungo Minutoli autore di un ventello. La squadra di casa rimane in partita un parziale, rientra nel terzo quarto e poi crolla fino al -14 finale. Sabato alle 18:00 si gioca gara-3.
Gravina-Melilli 44-85
PalaArcidiacono di Catania, 8 maggio, 18:30
Sport Club Gravina: Cavazza 8, Gulinello 2, Giubilante, Marletta 2, Barbera 6, Ganci 13, Crimi 5, Russo, Minardi 8, Lino, La Mantia, Paglia. All. Morelli.
CSTL Melilli: Spinosa, Augeri 8, Brozzu 9, Nicita 20, Messina 28, Riccieri, Schifitti 9, Coppa 10, Cirillo, Sgarellino, Pulizzi ne. All. Coppa.
Arbitri: Vizzini e Chirizzi di Palermo.
Parziali: 15-21, 13-22; 8-24, 8-18.
Un crollo inaspettato e incomprensibile quello del Gravina. Melilli parte subito con il piede sull’acceleratore, Francesco Messina e l’infortunato Seby Nicita martellano la difesa catanese fino a sfinirla. E così i padroni di casa vengono doppiati più e più volte, tentano di rientrare ma i big sono tutti in giornata no o totalmente inconsistenti, i giovani non trovano la via del canestro. Si salva solo Crimi, che mette un briciolo di grinta. Alla fine, giocano tutte le riserve.