Tiri liberi – 5 maggio

DiRoberto Quartarone

Mag 5, 2010

La LNP si oppone alla creazione del nuovo campionato… I play-off femminili… Livera e Basile… Giovanili: risultati di Lazùr, Adrano, il quadrangolare di minibasket, corsi easybasket…

LNP: «No al nuovo campionato»
Com’era prevedibile, la creazione del nuovo campionato tra Legadue e Serie A Dilettanti non poteva non suscitare le reazioni della Lega Nazionale Pallacanestro, che gestisce le tre serie nazionali dilettantistiche. La lega rigetta «le conclusioni approvate in Consiglio Federale – si legge nel comunicato ufficiale, con particolare e specifico riferimento alla creazione di un campionato dilettantistico aggiuntivo tra Legadue e attuale A Dilettanti, parzialmente ad inviti, non condividendone in alcun modo nè il contenuto, nè il percorso istituzionale seguito». «Con quali criteri si sceglie­rebbe di inviare una società piuttosto che un’altra? – si oppone il presidente della LNP Drocchi in un’intervista a “Tuttosport” – Per far giocare di più i giovani o per dare maggiore compe­titività si sarebbe potuto aumentare il numero degli under e lavorare sul nume­ro delle squadre dei nostri campionati». Si promettono ricorsi, azioni simboliche e non, petizioni al CONI. L’ennesimo muro contro muro tra la Federazione e le Leghe…

Play-off femminili: out le siciliane.
Tutte le squadre femminili impegnate nei campionati nazionali sono già al capolinea. Priolo, l’ultima bandiera in A1, è uscita al primo turno contro Venezia, solo a gara-3 e solo per tre punti; in finale si giocheranno lo scudetto Taranto e una tra Faenza e Schio, giunte a gara-4 delle semifinali. È già retrocessa Livorno, battuta da Napoli ai play-out. In A2, non è bastata la vittoria a Rende per l’Eirene Ragusa dell’ex Rainbow Lucia Cabibbo: le iblee sono uscite al primo turno. Ai quarti, invece, la Virtus Alcamo dell’ex Palmares Giorgia Belfiore s’è dovuta arrendere ad Orvieto. Si stanno ancora disputano le semifinali per la promozione in A1, mentre scendono in B d’Eccellenza Reggio Emilia e Firenze. Della Serie B d’Eccellenza abbiamo già parlato nella penultima puntata di Salto a due.

Legadue: la fine della regular season.
È finita la stagione regolare della Legadue. Due catanesi quest’anno hanno giocato nella seconda serie professionistica: Antonio Livera a Latina e Alessio Basile a Pistoia. Livera, pivot di 208 cm ex Virtus Catania, Rieti e Canicattì ha concluso la stagione con la retrocessione, ma ha avuto un discreto spazio pur essendo partito da 10° giocatore. 28 convocazioni, 25 volte in campo, oltre 5’, 1,2 punti e 0,7 rimbalzi in media; il numero 7 ha disputato la migliore partita contro Brindisi, squadra promossa in Serie A e il cui team manager è l’etneo Santi Puglisi. Presenza costante in panchina ma con pochissimi minuti all’attivo, Basile, 207 cm, è un pivot che ha mosso i primi passi nel CUS Catania ma è stato svezzato da Reggio Emilia, Castelnovo e Lumezzane. Nei 12’ totali (in 7 presenze), ha realizzato 2 punti (nella vittoria su Vigevano) e recuperato 4 rimbalzi. E ora s’appresta a disputare i play-off contro Sassari.

Under-17: quarto l’Adrano.
Lo Sporting Club Adrano è giunto quarto alla final four di Capo d’Orlando per la categoria Under-17. La società si è qualificata per la prima volta nella sua storia ad una finale regionale dopo lo spareggio interprovinciale a Piazza Armerina. In semifinale, si è imposta l’Aretusa Siracusa per 76-65, nella finalina terzo-quarto posto ha avuto la meglio la Moncada Agrigento di appena un punto (84-83). Si tratta comunque di un risultato ottimo per il quintetto allenato da Peppe Bonaiuto, che conta su alcuni giocatori che hanno messo piede in C Dilettanti come Bulla, Bascetta, Leanza e Ricceri. Alle interzona è andato Trapani, vincitore del campionato regionale d’Eccellenza.

Under-17 femminile: Lazùr in Umbria.
Ieri è iniziato nel peggiore dei modi il concentramento interregionale in cui è impegnata la Lazùr, priva di alcune pedine. La Gymnasium Napoli, società il cui settore giovanile è tra i più importanti del sud (tra le altre vi ha giocato Ludovica Chimenz), ha stravinto per 85-35. Per superare l’interzona di Tuoro sul Trasimeno ci vorrà una complicata impresa contro Laboratorio Basket Rosa Bologna e Interclub Muggia.

Under-15 femminile: quarte le lazurine.
«Contro Priolo abbiamo perso di tre – spiega Gianni Catanzaro – dopo una partita brutta da parte nostra ma comunque condotta in vantaggio anche di dieci punti. Le ragazze hanno reso meno delle loro potenzialità, c’è stata qualche svista arbitrale, ma è andata così. Priolo ha meritato la vittoria, ci hanno creduto fino in fondo». La delusione del coach della Lazùr Under-15 è comprensibile: una squadra che contava, tra le altre, sulle nazionali Catrini e Pappalardo poteva puntare più in alto del quarto posto. La differenza l’ha fatta la semifinale contro San Matteo, persa per 44-68. Un’inattesa batosta di questo tipo di certo non ha giovato al morale delle catanesi. Rimane comunque la soddisfazione per una buona prima fase.

Minibasket: 4vs4 a Messina.
Ferve l’attività interprovinciale di minibasket. Dopo i 3vs3 a Priolo e Piazza Armerina, domenica 9 dalle 10 alle 18.15 si disputerà un torneo 4vs4 a Messina tra le rappresentative catanese, messinese tirrenica, messinese ionica e siracusana. Catania sarà rappresentata da: Federico Ferrara, Alice Spina (Cus Catania Basket), Enrico Pappalardo (Mens Sana Mascalucia), Enrico Panebianco (P.G.S. Trinacria Acireale), Gregorio La Ferlita (Sport Club Scordia), Riccardo Duscio, Sara Magrì (Sport Club Gravina), Diego Buemi (Acicatena Basket), Simone Costanzo (Euro Virtus Battiati), Nico Leonardi (Basket Giarre), Ludovica Alia e Martina Di Pasquale (Lazur Basket).

Easy basket, il corso della FIP Catania
Il comitato provinciale di Catania ha organizzato il corso gratuito di “Easy Basket” per insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Le iscrizioni scadono il 10 maggio e il corso si terrà su tre giornate, il 17, il 21 e il 25 maggio. Per maggiori informazioni, questo è il comunicato della FIP di Catania.