Agli occidentali l'All Star Game C2

84-79 sul Girone B… L’Mvp è Paride Giusti, Seby Nicita vince la gara da 3… I premi Donia… Un passo avanti per gli eventi di contorno… Clima teso in campo…

Girone A-Girone B 84-79
Palazzetto di Paceco, 18 giugno, 20:00

Girone A: Grillo 5, Pace 4, Giusti 16, Portannese 1, Poma (C) 15, Pecorella 5, Paternò, Trevisano 7, Barbera, Raneri 11, Urso 17, Castiglione 4. All. Grasso e Cardillo.
Girone B: Nicita 9, Coppa 15, Cantone 16, Marzo 4, Arcidiacono 2, Ciaramella 6, Augeri 5, Ioppolo 7, Chiaramonte 2, Gulinello 2, Vetrano (C) 12. All. Costa e Barravecchia.
Arbitri: Angileri, Castorina, Chirizzi e Costa.
U.d.c.: Pellegrino, Di Girolamo, Angelo, Santoro, Lombardo, Maranzano.
Parziali: 14-19, 24-20; 32-17, 14-23.

TIRO LIBERO. Un tiro libero di Seby Nicita durante l’All-Star Game [P. Costa e G. Gambuzza].

Gli orientali vincono ad est, gli occidentali s’impongo ad ovest. Il ragionamento fila: lo scorso anno, Catania ha ospitato l’All-Star Game e la rappresentativa del Girone B ha fatto valere il fattore campo, quest’anno è toccato a Paceco fare da teatro ad una manifestazione ricca di novità e si sono imposti gli idoli del Girone A. Non è stato facile, la partita è stata a lungo in parità, a pochi minuti dal termine addirittura erano in vantaggio gli ospiti, ma alla fine ha prevalso di appena cinque punti la squadra dell’mvp Paride Giusti, protagonista assoluto della partita.

Insieme al talentuoso giocatore della Virtus Racalmuto, sono stati premiati nel miglior quintetto Damiano Cantone del San Luigi, Giulio Coppa del Melilli, Salvatore Raneri del Basket Empedocle e Paolo Poma della Rosmini Erice. Inoltre, Sebastiano Nicita del Basket Melilli ha vinto la gara del tiro da tre punti, davanti a Pecorella del Trapani.

Ben prima che inizi la partita, ecco le novità. Il comitato regionale della Fip ha istituito i Premi Donia, in onore del dirigente messinese comparso lo scorso anno, assegnati al presidente federale Dino Meneghin, all’Igea Barcellona, a Giovanni Perdichizzi, a Marisa Trevisano, a Giovanni Raimondo, a Luca Giuffrida, ad Antonella Giordani, a Marco Portannese, ad Ilaria Milazzo e a Sergio Magazzù. In più, Paceco ospita anche il tecnico Matteo Boniciolli, quest’anno alla Virtus Roma in A1, che ha premiato Piero Musumeci con la targa Bonanno del Cna di Trapani. Un’altra piccola novità è stata la scelta degli arbitri, non più votati dagli allenatori ma designati dal Cia regionale.

In generale, si è fatto un passo avanti per gli eventi di contorno: la premiazione che ha coinvolto dei personaggi ben più in alto del massimo campionato regionale, il clinic di Boniciolli, anche una riunione del comitato regionale. Tuttavia, la partita ha avuto un clima molto più teso della scorsa edizione, benché dovesse essere una festa, ed è mancato qualcosa a livello strettamente organizzativo relativo alla gara, come uno speaker di professione. La strada, comunque, è quella giusta per dare sempre maggiore importanza all’evento che coinvolge il meglio del basket regionale.

R.B.C.
(si ringraziano Piero Costa e Giuliana Gambuzza)

Vedi anche:
All-Star Game C2, si gioca a Paceco
All-Star Game di B, com’è andata?
All Star Game, tra sorprese, geni e sregolatezze
All Star Game: vincono i siculi!