Bronte, convegno su disturbi d'ansia e umore

Ansia, stress, depressione: sono termini ormai all’ordine del giorno legati spesso a vere e proprie patologie che, con la giusta informazione e il supporto del medico, possono essere prevenute e curate. Ne possono derivare gravi disagi e conseguenze, che trovano conferma nella cronaca di tutti i giorni:  non meno dei 2/3 dei suicidi, infatti, deriva da stati di depressione. Sono ancora in pochi i soggetti che si rivolgono al proprio medico, in parte a causa della “censura” sociale che grava ancora su questi disturbi e in parte per l’alta disinformazione sui trattamenti disponibili, che in realtà, sono sicuri e efficaci.

In questo quadro s’inserisce il corso di formazione Ecm (Educazione continua in medicina) dal titolo “Interventi integrati fra Medicina Generale e Modulo Dipartimentale Salute Mentale nell’area dei disturbi d’ansia e dell’umore”, che sarà ospitato al Castello Nelson di Bronte, sabato 26 giugno alle 9.00: organizzato dal Settore Salute Mentale dell’Asp Catania diretto da Tommaso Federico e dal Modulo Dsm (Dipartimento salute mentale) Adrano-Bronte di cui è responsabile Carmelo Florio, il corso si rivolge a 50 medici di base del territorio di Adrano e Bronte, facendo seguito all’esigenza di fornire loro tutti gli strumenti di conoscenza e valutazione dei disturbi d’ansia e dell’umore.

«D’intesa con i Distretti Sanitari di Bronte (diretto da Carmelo Di Stefano) e Adrano (diretto da Rosario Di Guardia) – afferma Florio – abbiamo voluto potenziare la rete di collaborazione tra i medici di medicina generale e il Servizio di Tutela della Salute Mentale, nella consapevolezza che la gestione di tali problematiche, anche per l’incidenza che hanno nella popolazione generale, comportano una sinergia ed una integrazione interprofessionale».

L’iniziativa, curata dall’Unità operativa Formazione Permanente e Aggiornamento del Personale – con il patrocinio della Società italiana di psichiatria Regione Sicilia e dell’ Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Catania – vedrà la partecipazione del direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura e gli interventi di numerosi specialisti ed esperti, coordinati dal pedagogista Salvo Furnari.