Più pulizia nei quartieri di Catania

Insieme per cambiare e coinvolgere i cittadini nella gestione della cosa pubblica, migliorando la pulizia della nostra città. E’ stato questo il tema principale dell’incontro, convocato dall’assessore all’Ambiente Claudio Torrisi che si è svolto mercoledi 16 giugno con i presidenti delle dieci municipalità cittadine.

All’incontro hanno partecipato l’assessore Claudio Torrisi , il Direttore della struttura Ecologia e ambiente Annamaria Li Destri, mentre a rappresentare le 10 circoscrizioni c’erano i presidenti Antonino Siscaro (VIII), Nunzio Russo (X) , Giuseppe Catalano (V), Seby Anastasi (VI), Salvatore Rapisarda (III), Giuseppe Catalano (V), Loredana Gioia (IX), Carmelo Coppolino (I) e i consiglieri Pina Rapicavoli (IV) e Salvo Falcone (VII).

“L’incontro di oggi – ha detto l’assessore Torrisi – scaturisce dalla convinzione di un coinvolgimento delle dieci circoscrizioni per la tutela della cosa pubblica, la riqualificazione urbana e l’ottimizzazione dei servizi erogati. L’Amministrazione comunale ha deciso di dare voce ai cittadini attraverso i loro rappresentanti nei quartieri , per concertare in maniera metodologica e più precisa gli interventi da effettuare nelle dieci municipalità. Una città pulita non è un sogno irrealizzabile, semplicemente una realtà possibile, ma solo con la concreta collaborazione da parte dei cittadini. Non solo di quelli che regolarmente utilizzano i servizi messi a disposizione dall’amministrazione comunale per smaltire i rifiuti, ma anche e soprattutto di quelli che, continuano a confondere e scambiare alcuni degli spazi pubblici come strade e piazze in discariche”.

Durante la riunione i dieci rappresentanti delle municipalità hanno illustrato all’assessore i numerosi problemi relativi a pulizia, randagismo, manutenzione dei parchi , disinfestazione, scerbamento aree incolte: difficoltà comuni a tutti i quartieri cittadini.

L’assessore all’Ecologia ha annunciato una serie di interventi per così dire soft, quale una campagna di educazione ambientale e l’avvio di iniziative di dissuasione con l’istituzione di un gruppo di ispettori ambientali o ausiliari della pulizia per attuare una “repressione blanda” .
“Saranno le guardie dell’armonia e non delle sanzioni “ ha sottolineato l’assessore Torrisi : “con i loro consigli e suggerimenti dovranno riuscire a motivare i cittadini negligenti a conferire i rifiuti negli orari stabiliti, a differenziare correttamente, a non sporcare marciapiedi e strade”.

Sarà attivato nei prossimi giorni un numero verde , al quale i cittadini potranno segnalare disfunzioni nei vari servizi di pulizia oppure suggerire soluzioni per risolverli. Un dipendente dell’assessorato avrà il compito di trasmettere le segnalazioni ai vari distretti di zona, segnare il tipo di intervento effettuato e verificarne i risultati finali.

Infine, per quanto riguarda la gestione e la pulizia dei parchi l’assessore ha annunciato che questo sarà possibile solo con la collaborazione dei privati. Infatti è intenzione dell’Amministrazione comunale di coinvolgere i cittadini ,mediante un regolamento, per avviare piccole attività commerciali all’interno dei nostri parchi con l’obbligo della pulizia. In tal senso gli uffici competenti stanno elaborando un bando di gara.