Presentato a Catania il film "Cento italiani matti a Pechino"

«Quel treno speciale per Pechino!» È questa la frase che abbiamo stampato sulle nostre magliette: una lettera per ognuno di noi. Così ci siamo abbracciati in piazza Tienanmen, la più importante della Cina, è abbiamo formato “una frase umana” per sottolineare in quei luoghi la nostra presenza».

Raccontano così Carmelo e Carmela, due dei protagonisti catanesi del film documentario “Cimap! Cento Italiani Matti a Pechino, presentato in anteprima nazionale, mercoledì 9 giugno, all’ex Monastero dei Benedettini di Catania. Una pellicola che racconta l’indimenticabile viaggio in treno da Venezia a Pechino di 77 disabili mentali italiani accompagnati da familiari, operatori sanitari, volontari e psichiatri, per un totale di 200 persone distribuite in nove carrozze. Una comitiva che non è passata inosservata nella Repubblica asiatica dato che «dopo la testimonianza italiana, a Pechino è stato aperto il primo centro pubblico per disabili mentali» ha affermato il Capo Settore Salute Mentale dell’Asp Catania Tommaso Federico.

All’iniziativasvoltasi nell’agosto 2007 e organizzata dal movimento “Le Parole ritrovate” e dall’Anpis (Associazione nazionale polisportive per l’integrazione sociale) – ha partecipato anche l’Asp Catania attraverso la presenza di dodici viaggiatori tra pazienti, operatori e sanitari.

«La Sicilia contava il maggior numero di partecipanti, ben 45 – ha raccontato uno dei dirigenti Asp partecipanti – dalla Croazia alla Bulgaria, dalla Mongolia alla Siberia, e lungo la Muraglia cinese, le telecamere hanno seguito quei momenti di straordinaria inclusione e comunicazione sociale dei malati mentali. Un nuovo modo efficace di curarli, lontano da terapie e farmaci».

Un viaggio, soprattutto interiore, che tradotto in scene cinematografiche – per opera del regista Giovanni Piperno – ha meritato il “Premio Libero Bizzarri Doc Film Fest 2009”. I paesaggi del Deserto del Gobi e del Lago siberiano di Bajkal scorrono sullo schermo filtrati dal finestrino del treno, visti con gli occhi di chi ha ammirato quei panorami sentendo affiorare la propria esistenza e la propria normalità.

Il film sarà proiettato nuovamente a Catania giovedì 17 giugno, alle 21, presso il Planet Multisala  nel corso di una serata ad inviti.