Prevenzione incendi, ripuliti terreni e strade a Caltagirone

E’ in fase avanzata la pulitura dei terreni, delle aree a verde attrezzato, delle strade comunali extraurbane, dei cigli e dei marciapiedi delle strade urbane, promossa dall’Amministrazione comunale di Caltagirone nell’ambito della  campagna di prevenzione degli incendi, con l’obiettivo di evitare i roghi o ridurne gli effetti dannosi. Altri interventi sono effettuati anche in questi giorni da una ditta specializzata, anche sulla base delle segnalazioni dei cittadini.

Inoltre, sono in corso i controlli degli agenti della polizia municipale, che hanno elevato sanzioni da 50 euro e segnalazioni all’autorità giudiziaria nei confronti di sette proprietari o conduttori di terreni incolti che non avevano ottemperato all’invito a pulirli e a diminuire, così, i fattori di rischio.

Una novità per ciò che attiene ai fuochi controllati è rappresentata dall’apposito regolamento approvato all’uanimità dal Consiglio comunale, che disciplina in maniera più organica una materia sinora regolamentata attraverso una serie di ordinanze.

“L’obiettivo – spiega l’assessore all Protezione civile, Franco Pace – è provvedere, con criteri uniformi, alla prevenzione degli incendi nelle campagne, nelle aree boscate e nelle zone limitrofe, nei depositi di materiali esplodenti e infiammabili”.

Il regolamento obbliga i proprietari o conduttori di terreni e campi, comprese le aree boscate, cespugliate, arborate, nonché i fondi coltivati, incolti e/o abbandonati, “ad attuare costantemente la pulizia di stoppie, frasche, cespugli, arbusti, residui di coltivazione e altre lavorazioni, o a realizzare, all’interno del proprio lotto, una fascia priva di qualunque materiale combustibile di almeno 20 metri, per evitare la propagazione di incendi”.

Da rilevare anche l’obbligo, per i proprietari e conduttori di edifici adibiti a qualunque uso (residenziale, agricolo, industriale, turistico-ricettivo, etc.), adiacenti o prossimi ad ambienti vegetali naturali, a canneti, a terreni adibiti a seminativo o incolti, “di attuare ogni misura utile a impedire la propagazione di un eventuale rogo all’edificio o alle sue pertinenze”.