La festa della Vendemmia a Viagrande

Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Viagrande chiude il proprio calendario delle manifestazioni estive con uno degli appuntamenti più importanti e più attesi da turisti e concittadini: La Vendemmia e le sue Tradizioni”, che, come ogni anno, si svolgerà all’interno del suggestivo scenario della Villa comunale.

L’inaugurazione della Rassegna di Artigianato e Prodotti Tipici è prevista per venerdì alle ore 18,30 (gli stand rimarranno aperti sabato pomeriggio, a partire dalle 18,00, e l’intera giornata di domenica, a partire dalle 9,30). Seguirà, alle 19,30, la presentazione e la degustazione guidata della mostarda d’uva che, come è ormai tradizione, verrà preparata secondo l’antica ricetta e offerta gratuitamente ai partecipanti domenica pomeriggio, alle ore 17,00 circa, con il sottofondo musicale curato dall’Associazione Musicale “Free Sound Studies”.

Quest’anno, inoltre, si aggiunge un nuovo appuntamento con la mostarda e non solo, quello di sabato alle ore 19,30 (subito dopo il saluto ai camperisti dell’Associazione “Sole Amico”), ossia il conviviale sul tema “La mostarda d’uva e i pasti della vendemmia”, con spiegazione e degustazione delle antiche ricette, sempre presso il palmento della Villa comunale.

Anche quest’anno, evento nell’evento, la Vendemmia ospiterà il Festival Regionale del Folklore, curato dalla F.T.I.P. Sicilia, giunto alla sua terza edizione.

Durante la prima delle tre serate, tutte presentate da Alfio Gambino e Sabina Rossi, si esibiranno i gruppi “I Nebrodi” Ficarra (ME), “Aulos” (CT), “I Molesi” Castelmola (ME), “Mata e Grifoni” (ME), “Carusiddi e Picciriddi” (CT). Nella serata di sabato toccherà ai gruppi “Città di Milazzo” Milazzo (ME), “Gallodoro” Milena (CL), “Sicilia Antica” Mandanici (ME), “I Cariddi” (ME), “Canterini della Riviera Jonica” Roccalumera (ME).

Nel corso della seconda serata sarà consegnato un riconoscimento all’artista Alfio Patti, quale “ambasciatore del folklore siciliano”.

Domenica sera concluderanno il festival i gruppi “I Cantori delle Isole Eolie” Lipari (ME), “Voce dell’Etna” (CT), “I Picciotti da Purtedda” (AG), “Kallipolis” Giarre (CT), “D’Azera” (EN), “Le Ginestre dell’Etna” Nicolosi (CT).

Anche domenica sarà consegnato un riconoscimento quale “ambasciatore del folklore siciliano” a Laura De Palma.

Naturalmente la giornata più importante rimane quella di domenica. Alle ore 10,00 comincerà la sfilata dei vendemmiatori per le vie del paese (curata dalla Consulta degli Anziani), accompagnati da carretti siciliani, canterine e gruppi folklorici, mentre all’interno della Villa si costruiranno fasce di giunco e panari in vimini. A mezzogiorno, nell’antico palmento della Villa comunale, si potrà assistere alla pistatina dell’uva, come avveniva un tempo. occorre, infine, ricordare che nei tre giorni dell’evento sarà possibile visitare il Museo “Arti e Mestieri” e le opere degli artisti del Cenacolo Culturale “Antonio Aniante” presso la cantina della Villa comunale.