Motta Sant'Anastasia si stringe attorno alla "sua" comunità americana

L’amministrazione comunale di Motta Sant’Anastasia, in collaborazione con le locali comunità parrocchiali, nello  spirito di amicizia che continua a caratterizzare i rapporti con la comunità americana della Base di Sigonella, ha organizzato una commemorazione delle vittime dell’11 settembre 2001, l’eccidio che ha colpito al cuore l’America lasciando un segno indelebile in tutto il mondo.

La commemorazione consisterà in una Santa Messa, alle 18, nella chiesa di S. Antonio da Padova nella centrale piazza Umberto, officiata da padre Gaetano Sciuto ed animata dalla corale della parrocchia S. Maria del Rosario, diretta dal maestro Orazio Renna.

Alla celebrazione eucaristica interverranno una delegazione di marinai della Stazione aeronavale della Marina Usa di Sigonella, una rappresentanza dei Vigili del fuoco della Base, guidata dal comandante americano, per commemorare i 343 colleghi morti nell’attentato delle Torri Gemelle, ed il Gruppo “Higher Praise Christian Fellowship Gospel Choir”. Sottofondo musicale a cura delle violiniste Rossana Nicosia ed Annarita Crescente.

Una ulteriore celebrazione è in programma sempre sabato 11 settembre 2010 nella Stazione Aeronavale della Marina Usa di Sigonella che ricorderà il sacrificio delle 2.819 vittime degli attentati del 2001 con una cerimonia di commemorazione.

La cerimonia inizierà alle ore 14:30 e si svolgerà presso le strutture logistiche della Nas1. L’evento vedrà schierati mezzi e personale dei seguenti mezzi: Fire Department (Vigili del Fuoco), Security (Polizia Militare), Navy Hospital (Ambulanza Ospedale Navale), K-9 Military Working Dogs (Unità Cinofile). Alla cerimonia interverranno anche una delegazione di motociclisti appartenenti al Club degli Harleysti di Sigonella ed un gruppo di Boy Scouts americani.

Il programma della cerimonia prevede un momento di preghiera officiato dal cappellano militare, l’esecuzione degli Inni nazionali italiano ed americano, una breve descrizione temporale della terribile tragedia ed una deposizione di una corona di fiori presso l’area dove sono ubicate le bandiere.