La pagina della C2. Terza settimana

Sport Club Gravina e Gad Etna rispettano i pronostici battendo Adrano e Giarre… Mascalucia cade a Paternò, regalando i primi due punti della stagione ai padroni di casa… Ancora notte fonda per il Cus Catania.

Sfide non facili per le capoliste catanesi Gravine e Gad, ma alla fine anche questa volta le due formazioni hanno ottenuto meritatamente i due punti che confermano il loro primato nel girone B della C Regionale.

Come da previsione l’incontro più difficile è toccato a Sortino e compagni che si sono ritrovati a dover fronteggiare un Sporting Club Adrano molto carico e determinato. Guadalupi lo aveva dichiarato alla vigilia: ” la mia squadra e il Gravina hanno abiettivi diversi…ma noi possiamo solo crescere partita dopo partita, visto che molti ragazzi sono all’esordio in questo campionato, i nuovi acquisti hanno bisogno ancora di un po’ di tempo per trovare l’intesa con i nuovi compagni, e naturalmente per entrare nella mia concezione di gioco. Ho molta fiducia in Gallani e Chiaramonte e sono sicuro che domenica faranno divertire il pubblico di Adrano“.

Parole che sembrano ora quasi profezia perchè proprio i due punti di riferimento del coach ex Gad hanno realizzato quaranta punti in due questa domenica e messo in bilico il risultato.
Dopo i primi due quarti conclusi a vantaggio dei padroni di casa, autori di un gioco che ha impensierito gli ospiti, Gravina è comunque riuscita ad riacciuffare l’incontro grazie a Vetrano e Sortino. Sono da evidenziare inoltre i nove punti del giovane La Mantia.

In un’insolita trasferta in casa, il Gad Etna si aggiudica la terza vittoria consecutiva, battendo il Basket Giarre per 51-72. Il punteggio altisonante anche qui non deve stupire. Il potenziale della squadra catanese è conosciuto, sia per ciò che riguarda il quintetto che la panchina, tuttavia qualcosa ancora non quadra. Il minimo scarto che ha concluso il primo quarto (18-21) è preoccupante per una squadra come il Gad che deve ancora lavorare per assumere le caratteristiche che il suo coach vorrebbe.

La Mens Sana Mascalucia interrompe la sua striscia di vittorie e cade a Paternò, dove prevedibilmente i padroni di casa avrebbero dato tutto per ottenere i primi due punti stagionali. Famà e compagni hanno raggiunto il loro obiettivo tenuto in mano il pallino del gioco per tutto l’incontro, cedendo però pericolosamente nell’ultimo quarto, quando gli ospiti hanno cercato lo sprint per la vittoria. Pericolo comunque sventato per la squadra di De Luca, che  pone fine ad un momento negativo troppo lungo.

Relegato in fondo alla classifica a zero punti, troviamo purtroppo ancora il Cus Catania di coach Gaetano Russo, che sciupa la possibilità di risollevarsi facendosi superare dal Basket School Messina con il punteggio di 57-40.

Chiara Borzì