"Luoghi d'innovazione", vie per lo sviluppo sostenibile

Martedì 19 ottobre alle 15:30 a Palazzo Nicolaci di Villadorata di Noto si terrà il convegno “Luoghi d’innovazione: città e paesaggi sostenibili”, sull’importanza dei progetti che mirano a creare dei rapporti sostenibili tra l’uomo e l’ambiente circostante.

Programma
1530
SALUTI
moderatore Fabio Ghersi
1600 TAREQ EMTAIRAH
1630 ANNA MERONI
dibattito
moderatore Giuseppe Favaccio
1700 CHRIS RYAN
1730 LORENZO AIELLO
dibattito
Conclusione

L’associazione culturale Lacunae presenta il convegno Luoghi d’innovazione: paesaggi e città sostenibili a cura di Silvana Tuccio, con il Patrocinio del Comune di Noto, in collaborazione con il Cumo e la Facoltà di Architettura di Siracusa, e l’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Sezione Proserpina Sicilia, martedì 19 ottobre a Palazzo Nicolaci di Villadorata alle 1530, con gli interventi di Anna Meroni (Politecnico di Milano), Lorenzo Aiello (Facoltà di Architettura a Siracusa), Chris Ryan (VEIL, Università di Melbourne) e Tareq Emtairah (International Institute for Industrial and Environmental Economics, Università di Lund). Introdurranno Corrado Valvo (Sindaco di Noto), Fabio Ghersi (Facoltà di Architettura Siracusa), Salvatore Cavallo (Cumo) e Silvana Tuccio (Lacunae).

Il convegno Luoghi d’innovazione: paesaggi e città sostenibili, attraverso prestigiosi relatori internazionali, presenta progetti attualissimi per la loro nuova concezione di sostenibilità. Vediamo così luoghi in via di trasformazione grazie a progetti mirati e condivisi che coinvolgono il cittadino in nuovi rapporti sostenibili con il mondo circostante.

Chris Ryan, direttore del VEIL (Victorian Eco Innovation Lab, Australia) illustra il suo modello di City of Short Distances, che concepisce i luoghi urbani come intelligenti e resilienti. All’International Institute for Industrial and Environmental Economics (IIIEE) in Svezia, il modello di sviluppo del futuro sostenibile si basa sul concetto delle distributed economies, di cui parla Tareq Emtairah. In Italia invece il progetto “Nutrire Milano: energie per il cambiamento”, vuole essere “un nuovo modello agroalimentare metropolitano di eccellenza”, e sarà illustrato da Anna Meroni del Politecnico di Milano. Lo studio sperimentale di Lorenzo Aiello per il recupero della fascia costiera di Siracusa rende fruibile, a ridotto impatto ambientale e ad emissioni zero, paesaggi di alto valore storico e turistico grazie alla mirata disposizione di spazi, servizi e a una mobilità di nuova concezione.

Il convegno fa parte del progetto Cultura Sostenibile in Sicilia – City of Short Distances ideato da Silvana Tuccio, che vuole creare visioni di sostenibilità in Sicilia come occasione di sviluppo economico. Incontri, convegni e laboratori stanno facendo conoscere progetti che si basano sulla pianificazione di un futuro sostenibile in modo da capirne l’esperienza e l’approccio, stimolare idee per soluzioni sostenibili nel sud-est siciliano, e creare collegamenti e scambi interregionali e internazionali, con altri progetti d’avanguardia, come quello in corso nell’Alta Valle del Tevere, in Umbria, grazie all’impegno dell’economista e imprenditore Gianni Berna.