La pagina della C2. Quarta settimana

Incontri vibranti in C Regionale…  Trema la capolista… Perdono Gravina e Paterno…  Bene soltanto Adrano…  Arriva la prima vittoria per il Cus Catania.

Ed arrivarono i colpi di scena!
Fine settimana davvero intenso per le nostre catanesi di C regionale.
Per le due squadre più quotate, Gad Etna e Sport Club Gravina, si accende ufficialmente un campanello di allarme che era rimasto sin’ora a sentore di equilibri poco rassicuranti per entrambe le compagini.
Se la prima ha infatti rischiato di capitolare sotto la tenacia della matricola Mens Sana, la seconda cade purtroppo a Messina in un incontro però meno agevole sulla carta.
La Mia vince 89-85, punteggio che la dice comunque lunga su quanto la partita possa esser stata combattuta.
In casa Gad, come su accennato, si è trattato di vero pericolo scampato ma già dai volti visti in campo Sabato è parsa viva la preoccupazione e grande il rammarico per non esser riusciti a dare un volto diverso all’incontro con la Mens Sana.
Poche le note positive per i padroni di casa. Il nuovo acquisto Scarpa non ha dato il contributo sperato, Cantone e Catotti sono rimasti in ombra e l’unico ad aver tenuto acceso il lumicino della speranza è stato Di Masi, capace di mantenere in scia i suoi durante tutti i tiratissimi quaranta minuti di gioco.
L’idea che si giungesse ai supplementari avrà sfiorato più di qualche pensiero, ma la mossa “risolutiva” può essere probabilmente stata l’ingresso in campo di Simone Mauceri, infinitamente prezioso con i suoi 11 punti finali.
Tra gli ospiti da sottolineare la gran prova del giovane play Fabio Lazzara, autore di una prestazione di carattere e determinazione che fanno molto ben sperare per il futuro di questo atleta cresciuto nel centro Cus . Il giovane, ormai in forza al Mascalucia, ha tentato anche la tripla allo scadere dell’ultimo quarto che, se realizzata, avrebbe portato i suoi alla parità finale.
In questo fine settimana triste per le “grandi”, ritrova invece il sorriso e molta fiducia l’ Unifarmed Adrano che si aggiudica la partita contro la Virtus Augusta per 83 – 69. Molta soddisfazione in casa adranita poiché accanto alle buone prove dei soliti Chiaramonte e Gallani, si sono associate questa volta quella di Verzì(19), Russo(13) e De Masi (19) a dimostrazione di come questa squadra possa trovare punti ed un maggior numero di risultati positivi se arrivasse un contributo costante da tutto il volenteroso collettivo guidato da Giuseppe Guadalupi.
Sconfitta e molte recriminazioni per l’incontro che ha invece coinvolto i vicini di casa del Basket Paternò, i quali hanno visto scivolare i due punti dopo un supplementare acciuffato da Tommaso Rao allo scadere del tempo regolamentare.
I parziali sono molto risicati, ma è nel terzo quarto che il Basket School Messina ha messo in campo una prestazione di maggior convinzione, raddrizzando le sorti del proprio incontro senza però mai sfuggire ai determinati padroni di casa.

Alla fine dei quaranta regolamentari le squadre sono andate all’extra time sul 57-57 ma tra espulsioni a sfavore del Paternò e la confusione creata per l’indirizzo incerto preso dall’incontro a spuntarla è stata infine Messina con il punteggio di 69-62.
Abbandona finalmente lo zero in classifica il Cus Catania, formazione guidata da Gaetano Russo, che trova la prima vittoria in trasferta battendo l’Aretusa di Costa per 62-41. Importanti le prove di Arcidiacono e Reitano. I catanesi lasciano così sola l’unica formazione rimasta sin’ora a secco di vittorie, il Basket Giarre, ancora lontano dal Pala Jungo ma non dalla possibilità d’invertire la brutta direzioni presa in quest’inizio di stagione. Non era questa infatti la partita su cui poter contare, Melilli ha evidenti altre ambizione ed un roster attrezzato per obiettivi diversi da quelli prefissi del gruppo di D’Angelo e Quattropani.

I tabellini della C2. Quarta settimana

Gad Etna: Catotti (3), Di Masi (25), Cantone (7), Pardo, Scarpa (7), Saccà, Mauceri (11), Lo Faro (1), Santonocito (2), Caltabiano (3), Pennisi (3).
All: Marchesano

Mens Sana: Stimolo, Scerra, Gullotti (4), Gissara (6), Greco, Valenti (10), Boschi (18), Santangelo (9), Sciuto (8), Lazzara (7), Perfido, Allegra.
All. Giorgianni

Arbitri: Montana e Manule di Caltanissetta

Parziali: 15-15; 30-33; 45-53.

Virtus Augusta: Mannarà, Marmoreo, Micalizi (9), Trigilio (8), Brozzu (14), Pustizzi (10), Zanerolli, Giliberto (4), Salamone, Tringali (22)
All: Motta

Adrano: Sanfilippo, Verzì (19), Russo (13), Pignato (4), De Masi (19), Chiaramonte (12), Liotta, Ricceri, Bascetta (2), Bulla (2), Gallani (13), Leanza (7).
All: Guadalupi

Abitri: Centorrino e Lamberti

Parziali: 19-25; 34-53; 47-67

Basket Paternò: Grazioso, Castiglione(14), Rao T (5), Famà (8), Rao A, Santonocito (1), Asero (2), Emanuele (3), Fiorito (4), Duscio (14), Lo Faro F (11), Lo Giudice.
All: De Luca

Basket School Messina: Cannata, Trimarchi, Cammaroto, Donia Sofio (12), Calabrese (9), Zappi, Lanza (5), Bartilotti (3), Cavarra (10), Calderatto (12), Restuccia (14), Saccà (4)
All: Zanghi

Arbitri: Paternicò L e Festone E. di Piazza Armerina

Parziali: 12-12; 27-26; 39-43; 57-57.

Aretusa: Gentile D (3), De Vivo, Bellofiore (9), Scrofani M (7), Ferraro (2), Carpinteri A ne, Carbone, Carpinteri S (7), Corso ne.
All: Costa

Cus Catania: Anselmi (3), Costantino, Orlando (4), Martello (6), Cavalli (6), Arcidiacono (23), Testa (4), Reitano (12).
All: Russo

Arbitri: Collura di Caltanissetta ed Esposito di Ragusa

Parziali: 10-13; 23-23; 31-45

Basket Giarre: Antronaco (7), Catalano (6), Quattropani (8), Vasta (5), Ciaurella (11), Cutuli (11),Vitale (3).
All: D’Angelo e Quattropani

Melilli: Coppa (10), Ventura (12), Di Maria, Messina I (12), Messina F (18), Sgarellino (6), Grillo (9), Mazzerbo (13), Gentile (7)
All: Coppa

Arbitri: Visigoti e Lucifero di Messina

*mancante; Mia Messina – Sport Club Gravina

Chiara Borzì