La pagina della C2. Settima settimana

Gravina nuova capolista con Melilli… Il Gad incassa la sua prima sconfitta dopo una partita rocambolesca… Va al Paternò il derby contro l’Adrano

Ed alla sesta giornata arrivarono i colpi di scena.
Dopo un partita tiratissima il Gad Etna cede agli ospiti del Melilli per il punteggio di 66-67, perdendo momentaneamente la testa della classifica.
La sfida tra le due teste di serie era attesissima e la cornice di pubblico presente al Pala Cus ha testimoniato perfettamente l’interesse dei molti appassionati desiderosi di assistere ad i molteplici spunti serbati in dote da quest’ incontro.
Alla palla a due i padroni di casa partono determinati.
Cantone, in dubbio alla vigilia, guida i suoi sin dalle prime battuta dell’incontro, momento in cui emerge anche il pivot Scarpa autore infine di 25 punti.
Davanti alle prestazioni avversarie Melilli si dimostra però, come risaputo, squadra tosta, mantiene il passo del Gad e forte di questa sua dote riesce a ridurre il divario creato dai padroni di casa, sino ad acciuffarli alla fine del secondo parziale. Gli ospiti sembrano prendere il largo, tuttavia i catanesi non mollano e ritrovano il pari, tentando anche un allungo purtroppo senza fortuna.
Il binario dell’incontro si sposta così su un “tira e molla” che la squadra di Giuseppe Marchesano ha già vissuto in altri match, ma questa volta la sorte è avversa.
Ad 1″ dalla fine Scarpa ha tra le mani i tiri liberi del pareggio; mette il primo ma sbaglia clamorosamente il secondo consegnando punti e primato all’Aretusa Gruop.
Approfitta della defaiance dei cugini catanesi lo Sport Club Gravina di Carmelo Minnella che batte i giovani della Paros Siracusa per 106-52.
Una partita senza storia la trasferta dello Sport Club, poiche il livello degli avversari è risaputamente non altissimo.
Il coach ospite da quindi spazio ai suoi giovani e , tra questi, viene ampiamente premiato da La Mantia, autore di 22 punti. Ritrova i veterani Verzì e definitavamente Sortino che racimolano insieme 33 punti. Non era certamente questa la partita su cui riporre particolari aspettative, ma aver mantenuto un buon livello di concentrazione contro una squadra in “emergenza” come la Paros rimane comunque importante.
Con il punteggio altisonante di 83-60, il Basket Club Paternò si aggiudica nettamente il derby contro lo Sportin Club Adrano. Gli adraniti purtroppo non sono mai entrati in partita. I parziali mostrano divari ampi sin da principio ed il solo Verzì, autore di 23 punti, non poteva esser utile per ribaltare le sorti degli ospiti che ribadiscono così il loro periodo di congiunzioni negativa.
Bene quindi Paternò, vincitore del match oltre che di due punti importantissimi per smuovere la classifica.
Vittoria fondamentale anche per il Cus Catania.
Grazie all’ennesima prova positiva di Arcidiacono e Martello, i “cussini” si aggiudicano l’altrettanto atteso incontro con il Basket Giarre, temuto giustamente alla vigilia.
Tra i padroni di casa da segnalare i 14 punti di Castorina, bottino personale purtroppo non utile contro la determinazione di tutto il gruppo guidato da Gaetano Russo, vincitore  con il punteggio di 62-74.
Infine vittoria in trasferta per la Mens Sana Mascalucia contro la Virtus Basket Augusta.
I catanesi, trascinati da Boschetti, stabilizzano così la loro posizione positiva in classifica.

Chiara Borzì