La pagina della C2. Sesta settimana

Derby al Gad Etna… Giornata nera per Paternò e Adrano… Gravina rischia di farsi sorprendere dalla Virtus Augusta…Bene Cus Catania e Mens Sana

Il Gad Etna rispetta il pronostico e batte Paternò, squadra che viaggia nelle zone medio basse della classifica, ma che sa essere molto determinata.
Tuttavia questa caratteristica non è valsa per aver ragione degli etnei che godono evidentemente di un roster superiore rispetto ai paternesi.
Nessun tentennamento da parte dei ragazzi di Peppe Marchesano che conducono il match per tutti i suoi quattro tempi di gioco e vincono grazie alle prove di Di Masi, Scarpa e Caltabiano.
Il Gad rimane capolista a punteggio pieno.

Rischia di farsi sfuggire la partita di mano lo Sport Club Gravina, che ritrova il suo play Dario Sortino, ma non una prestazione limpida contro la Virtus Augusta.
Gli ospiti guidati da Valona, hanno continuato a condurre il loro gioco per tutto l’arco dell’incontro, alternando errori, ai due punti ottenuti dalla distanza e sotto canestro.
Dal canto loro, Davide Cavazza e compagni hanno mostrato qualche difficoltà in difesa, smarrendosi in alcuni frangenti in attacco a causa delle troppe palle perse, ritrovandosi così ad appena 3 lunghezze sopra i virtussini a pochi minuti dalla fine.
Sorpresa generale al Pala Arcidiacono quando, durante i secondi finali, la Virtus Augusta ottiene un antisportivo che poteva condurla ad un potenziale sorpasso ai danni dei padroni di casa.
Valona realizza i due tiri liberi, ma sbaglia l’arresto e tiro decisivo che ha permesso allo Sport Club di ottenere la terza vittoria utile.

Rilancia le proprie sorti il Cus Catania di Gaetano Russo.
Con il punteggio di 90-76 i catanesi si aggiudicano l’incontro con Gela guidati dai ventisette punti di Arcidiacono ed i diciotto punti del giovane Martello.
Grazie alle prove di Cavalli e Grimaldi il Cus mette infine al sicuro un successo importantissimo sia per la classifica, ma soprattutto per il morale della propria squadra, ricca di potenzialità sin’ora non sempre espresse.

Conquista altri due punti la Mens Sana Mascalucia.
Gli ospiti della giovanissima Paros Siracusa escono sconfitti dal Palazzetto di via Wagner,in una partita condotta da Mascalucia per i 40” dell’incontro.

Sembra non riuscire ad uscire dal momento di empasse l’ Unifarmed Adrano.
Altra sconfitta, questa volta ad opera della Vigor Santa Croce Camerina, a cui gli adraniti di Guadalupi non hanno saputo porre un argine nonostante la solita doppia cifra di Chiaramonte e Gallani, assistiti da De Masi.
Adrano è una realtà cestitica che purtroppo non è ultimamente estranea a momenti negativi, tuttavia dispiace vedere che nonostante i grandi sacrifici in campo, il gruppo non riesca a “rinascere” da queste giornate negative di campionato.

Chiara Borzì