Promozione, primi passi

Si gioca anche all’aperto?… Elephant a Galatà, Acibonaccorsi a Torrisi, Fiumefreddo a Di Dio… L’EuroVirtus riparte dopo la retrocessione… L’enigma del calatino…

Si avvicina l’inizio del campionato catanese di Promozione, anche se ancora ci sono ben poche notizie ufficiali. La delibera del comitato regionale della FIP, che ammette «l’utilizzo degli impianti scoperti per la disputa delle gare del campionato» facilita di non poco il compito di quelle squadre che ancora non hanno un campo omologato. Tuttavia, sembra che il PalaZurria e il PalaGalermo siano ancora chiusi, malgrado le società abbiano pagato per le tracciature, e le squadre cittadine abbiano quindi qualche problema negli allenamenti.

CAMBIO DELLA GUARDIA. Filippo Galatà allenerà l'Elephant di Stefano Platania.

I primi passi ufficiali li fa l’Elephant, che ha annunciato il nuovo allenatore, il prof. Filippo Galatà. «L’Elephant Basket è ben felice ed onorata – recita il comunicato – di accogliere tra le proprie fila una persona stimata, di grandi valori, seria e corretta come il nuovo coach, e gli augura le migliori fortune per la nuova stagione sportiva.». L’ex vice di Anselmo alla Virtus l’anno scorso ha iniziato sulla panchina dell’Elefantino femminile e prende il posto di Stefano Platania.

Non ha usufruito del ripescaggio e si presenterà al via l’EuroVirtus Battiati di Massimo Finocchiaro, che quest’anno potrà svezzare qualcuno dei suoi promettenti ’95. Valverde rimane nella categoria con la denominazione di Aci Bonaccorsi, allenato da Ciro Torrisi, in cui giocheranno buona parte dei protagonisti dell’ultima positiva stagione e gli under della Serie D, in doppio tesseramento. Sarà al via anche la Fides Catania, seconda lo scorso anno e che dovrebbe giocare al PalaZurria. Non si ripresenterà L’Elefantino di Pippo Vittorio, che lascia il campionato in seguito a due stagioni al di sotto delle aspettative.

La Libertas Fiumefreddo è stata affidata ad Alberto Di Dio e parte con ambizioni rilanciate per il suo secondo campionato di Promozione. Intanto si attende di capire qual è il quadro nel calatino. Vizzini e i campioni dello Scordia non dovrebbero esserci più, mentre pare si siano iscritte Palagonia e Grammichele. Da verificare anche cosa faranno il Siciliamo e le squadre riserve.

Roberto Quartarone