Rifiuti, i comuni del modicano contestano l'Ato ambiente Ragusa

Si è tenuta venerdì a Scicli una riunione decisiva fra i rappresentanti dei quattro comuni del comprensorio modicano al fine di definire i termini dell’incarico da conferire ai legali che difenderanno gli enti pubblici in una causa che sarà intentata all’indirizzo dell’attuale gestione dell’Ato Ambiente Ragusa.

I sindaci dei Comuni di Modica, Scicli, Pozzallo e Ispica chiederanno al Tribunale di Ragusa di poter conferire i loro rifiuti nella discarica ragusana di Cava dei Modicani, visto che l’Ambito Territoriale Ottimale è la provincia di Ragusa ed entro il territorio provinciale è necessario trovare gli spazi di abbancamento dei rifiuti.

I sindaci dei comuni del comprensorio modicano adombrano peraltro una responsabilità contabile ed erariale in capo a quanti hanno deciso di costringere Modica, Scicli, Pozzallo e Ispica a conferire a Motta Sant’Anastasia, con un aggravio di spese sulle casse comunali.