Derby all' Elefantino. La Rainbow sconfitta non demerita

Stracittadina alle ragazze di Parisi dopo un match combattuto e agonisticamente interessantissimo.. L’ Elefantino ritrova la vittoria grazie alle strepitose Patara e Mazziotta… La Rainbow esce sconfitta a testa alta

Elefantino: Mazziotta Federica 25, Patara 24, Mazziotta Francesca 5, Celi 5, Carbone 2, Anastasi 1, Bruni 4, Nigro, Distefano, Calvagno, Buscema 4.
All. Parisi

Rainbow Catania: Ferlito 19, Gambino 8, Messina 6, Borzì 6, Grosso 9, Indorato 12, Saporito, Bisicchia, De Lucia, Catrini, Pappalardo 5, Fresta.
All. Cimellaro
Parziali: 1217 – 3132 – 4450 – 7065
Arbitri: Centorrino di Venetico- Lucifero di Milazzo

La Rainbow interrompe la sua striscia positiva di vittorie uscendo sconfitta a testa, ma a testa alta, dal derby con le vicine di casa dell’Elefantino. Nel proprio campo e davanti al proprio pubblico, ma secondo calendario in trasferta, le ragazze di Coach Cimellaro sanno bene che sarebbe stata una partita importante da vincere per restare ai piani alti della cassifica. Sin dal warm up si avverte che di sicuro si sta per assistere a quaranta minuti di sano agonismo e di buona pallacanestro, e che di lì a poco sarebbero scese sul parquet del Palagalermo giovani e già consolidate promesse da un lato ed esperienti conferme dall’altro. La Rainbow parte con Ferlito, Borzì, Messina, Grosso e Gambino schierate contro Celi, Patara, Carbone, Bruni e Buscema. Fischio d’inizio e a partire con maggiore determinazione è la Rainbow che si butta su tutte le palle, giocandole con il giusto atteggiamento e con precisione, avendo la meglio anche nell’uno contro uno. Le grintose Gambino, Borzì e Ferlito si fanno notare nel primo quarto soprattutto in fase offensiva, trasformando palle recuperate sotto le plance da Messina in preziosi punti, che vedono terminare il primo quarto della Rainbow avanti sul 1217; primo quarto in cui dall’altro lato solo Patara vìola la retina per la sua squadra. Secondo tempino e l’Elefantino non resta di certo a guardare. Questa volta la Rainbow subisce la velocità in contropiede di Federica Mazziotta, commette qualche fallo di troppo, alcuni dei quali assolutamente dubbi e discutibili, e permette alle avversarie di recuperare terreno anche dalla lunetta e di portare il gioco sul punto a punto. Poi Ferlito, top scorer del match con 19 punti collezionati nel suo bottino finale e un’ottima prestazione, ha la possibilità di realizzare il sorpasso dalla lunetta e di realizzare il canestro del 3132. La Rainbow và al riposo lungo ancora una volta avanti. Si rientra e saranno una maggiore tensione e nervosismo a caratterizzare il terzo quarto. Caoch Cimellaro rischiera le prime cinque del primo parziale. I ritmi sono alti e i fischietti degli arbitri sembrano fare da colonna sonora al match. Tecnico a Gambino e Patara non perdona prima dalla lunetta, poi dalla distanza.. Il gioco si fa duro e a tratti confuso. A distinguersi sarà per il team ospite una ritrovata Indorato, che sembra avere la mano calda e aver trovato la sua mattonella: mantiene una buona percentuale al tiro e risponde da sotto facendo respirare un pò la sua squadra dall’ennesimo contropiede subìto dalla Mazziotta. Terza sirena e si và all’ultimo quarto con la Rainbow ancora sopra sul 4450. Ma il vantaggio non basta e le redini piano piano passano all’Elefantino che raggiunge e sorpassa. Questa volta a fare la differenza sono Celi, Carbone e Francesca Mazziotta. Ancora Indorato prima ai liberi, poi da sotto porta la sua squadra sul 5454. Ma non è ancora sufficiente. Altri errori e palle perse. Mancano solo tre minuti alla fine e più 5 per l’Elefantino, e sono sempre protagonisti i fischietti: escono per cinque falli Bruni e Patara per le padrone di casa e la play Gambino dall’altro lato. La Rainbow rimane attaccata a dentri stretti e non molla, ma la squadra di Dario Parisi alla fine avrà la meglio e si aggiudicherà i due punti della vittoria sul 7065 dopo una comunque bella partita. Adesso il calendario della Rainbow prevede una giornata di riposo, seguita poi dallo stop per le festività natalizie. Si riprenderà a Gennaio contro il giovane Priolo di Salvo Coppa, ma gli allenamenti continuano regolarmente con grande motivazione e ambizione.

Addetto stampa Rainbow Catania
Maria Luisa Lanzerotti