Finanziamenti per tre scuole di Misterbianco

Sono tre gli istituti comprensivi di Misterbianco che hanno presentato i progetti per accedere ai finanziamenti (ognuno da 210 mila euro) da parte dell’Unione Europea. Gli istituti “Pitagora”, “Leonardo Sciascia” e “Padre Pio da Pietrelcina” – se saranno ammessi ai finanziamenti – avranno la possibilità migliorare la qualità degli ambienti scolastici, così come previsto dall’asse II del Pon Fesr “Ambienti per l’apprendimento”.

«Con il sostegno del Comune – ha detto il sindaco di Misterbianco Ninella Caruso – i dirigenti scolastici potranno, in base alle proprie esigenze, predisporre interventi per rendere più sicure le scuole. Per la prima volta, infatti, chi decide l’intervento sono i presidi che diventano parte attiva nella predisposizione degli interventi».

«L’amministrazione comunale – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici, Nico Sofia – sempre sensibile al mondo della scuola, lavora a fianco dei dirigenti scolastici per sostenere questi progetti che senz’atro sono un’opportunità di crescita e di modernizzazione non solo per le scuole, ma anche per il territorio. Ogni scuola, per fronteggiare le carenze strutturali deciderà in assoluta autonomia e con il sostegno del Comune quali azioni intraprendere e a quali interventi dare priorità per garantire alla comunità scolastica ambienti sicuri e moderni».

L’assessore ai Lavori pubblici, Nico Sofia ha incontrato i dirigenti scolastici Vincenzo Renda (Pitagora), Corrada Caruso Midolo (Leonardo Sciascia) e Patrizia Guzzardi (Padre Pio da Pietrelcina), il dirigente del settore Lavori pubblici, Vincenzo Orlando, il geometra del comune Salvatore Rizzo e l’architetto Giuseppe Pulvirenti. Attraverso un accordo di rete sono state concordate le strategie di intervento nelle scuole del centro storico e dei quartieri periferici e individuate le priorità per ogni scuola.

Le azioni previste dal Pon hanno l’obiettivo di incrementare la qualità delle infrastrutture scolastiche presenti sul territorio, promuovere i principi di eco sostenibilità e potenziare la sicurezza degli edifici scolastici. Si tratta di interventi per il risparmio energetico, per rendere più attrattivi gli ambienti scolastici, per garantire l’accessibilità delle aule ai diversamente abili e per promuovere le attività sportive, artistiche e ricreative destinate a migliorare la qualità di vita degli alunni.