Piano regolatore portuale, incontro per la pianificazione degli interventi

DiComunicati

Feb 7, 2011

La Commissione consiliare Urbanistica, presieduta da Alessandro Porto, ha incontrato il Presidente dell’Autorità Portuale Santo Castiglione e i tecnici che si occupano di pianificazione portuale Riccardo Lentini e Renzi. Per la Commissione erano presenti oltre al Presidente Porto, i Consiglieri Di Salvo, D’Agata, Calanna, Nicotra, Bellavia, Montemagno, Musumeci e Sudano.

Al centro dell’incontro le “criticità” contenute nella relazione del dirigente comunale della pianificazione urbanistica Rosanna Pelleriti, che la Direzione Comunale Urbanistica ha inviato lo scorso mese di novembre alla competente Autorità portuale relativamente alla proposta di nuovo PRP (Piano Regolatore Portuale).

Le maggiori criticità del documento, in dettaglio, fanno riferimento alla riduzione della cubatura volumetrica per le nuove realizzazioni, all’interramento dei silos e all’allargamento della carreggiata di via Cristoforo Colombo e via Domenico Tempio.

In ordine a questi punti il Presidente Castiglione si è detto disponibile a rivedere la cubatura delle strutture da realizzare nel porto ipotizzando la possibilità di ricorrere a un concorso internazionale di idee e giungere a una migliore concezione edilizia portuale.

Il presidente dell’Autorità Portuale ha confermato la piena disponibilità a modificare le sorti dei silos, che la relazione del Comune considera “in conflitto con la riqualificazione del fronte mare”, prevedendo ove possibile l’interramento delle strutture, mentre sulla richiesta di allargamento dell’ asse viario di Via Cristoforo Colombo vi è la disponibilità a valutare, insieme ai tecnici dell’ufficio Urbanistica, la possibilità di realizzazione.

Nel corso del dibattito è stato affrontato il tema relativo alla vocazione che si intende dare allo scalo portuale catanese, visto che negli scorsi anni si è incrementata l’attività croceristica ha dovuto convivere con le attività di tipo commerciale e che per il futuro si dovrà tenere conto delle decisioni che verranno assunte per tutte le strutture portuali della Sicilia orientale.

Il Presidente della commissione consiliare Alessandro Porto dal canto suo ha assunto l’impegno di organizzare in tempi brevi “sia un sopralluogo nel sito sia un indispensabile incontro congiunto alla presenza dei tecnici di Comune e Autorità Portuale, per verificare le reali possibilità di procedere con l’ampliamento della sede stradale, tutto ciò nell’intento di riavviare il dibattito e giungere quanto prima all’approvazione del Piano regolatore del porto”.