Tagli ai servizi, polemica tra il sindaco di Misterbianco e i sindacati

“Il sindaco di Misterbianco e la sua giunta, hanno sempre dato ampio spazio alla concertazione con i sindacati. Ma deve essere chiaro che spetta alla politica fare le scelte adeguate per utilizzare al meglio le risorse previste dal bilancio di previsione”.

Lo ha detto il sindaco di Misterbianco, Ninella Caruso,  rispondendo ad un nota di Cgil e Cisl che attaccano le scelte sui tagli che l’amministrazione comunale è stata costretta a fare a causa dei minori trasferimenti dello Stato e da quelli della Regione.

“Quella dei tagli ai servizi – ha aggiunto il sindaco Caruso – è stata una scelta sofferta per un’amministrazione che in questi anni ha investito tanto per i servizi sociali. Purtroppo siamo stati costretti dalla manovra finanziaria, assai rigida, ad apportare queste drastiche riduzioni che hanno riguardato non solo il comune di Misterbianco, ma tutti quei comune che hanno investito in opere pubbliche e in infrastrutture. E’ impensabile – continua la Caruso – che i sindacati si sostituiscano alla politica nelle scelte che riguardano le attività di un comune. Nessuna norma impone al sindaco e alla giunta di concordare il bilancio con i sindacati, ancor prima dell’approvazione da parte del consiglio comunale. Quelle della giunta sono, infatti scelte  politiche decise non solo per fare quadrare l’esercizio economico, ma riguardano l’intero sistema: dai servizi sociali,  alle spese di rappresentanza, alle feste religiose, al carnevale. E’ ingeneroso e inaccettabile definire che l’amministrazione sia insensibile ai problemi delle fasce più deboli e quelle svantaggiate”.

“Io e la mia giunta – conclude il sindaco  – non ci siamo sottratti al confronto con le forze sociali, anzi abbiamo dimostrato grande apertura, rispondendo a svariate richieste di incontri. Definire il confronto avuto con i sindacati ‘con autarchica sufficienza da sfiorare l’arroganza’, è un atto di presunzione che inevitabilmente crea una certa distanza che, questa amministrazione con i fatti, ha sempre cercato di colmare”.