Settima Tappa de "Il Tour della Vista" a San Giovanni La Punta (CT) per 18 e 19 Ottobre 2015

ottica2Arriva in provincia di Catania “Il Tour della Vista”, l’importante iniziativa promossa da Commissione Difesa Vista (CDV), in collaborazione con Assogruppi Ottica, Federottica e Vision+Onlus e con il fondamentale supporto di Mido, Milano Eyewear Show.

Il Tour della Vista”, che in questa occasione si concentrerà sul Sud Italia, rientra in un ambizioso progetto su scala nazionale volto a promuovere la cultura della prevenzione che Commissione Difesa Vista porta avanti da anni. Con lo slogan “Vediamoci in Giro” e una simpatica asinella, fresca di restyling, come mascotte grafica, l’iniziativa vuole trasmettere a tutti i cittadini l’importanza di effettuare controlli costanti della vista, ad ogni età, per prevenire l’insorgenza di malattie o curare al meglio quelle già riscontrate. Approfondisci

Sciopero: possibile chiusura delle scuole a S. Giovanni la Punta

Le proteste che in questi giorni stanno paralizzando la Sicilia iniziano a produrre effetti sempre più intensi e profondi nella vita dei cittadini di tanti comuni isolani. Nel territorio etneo, oltre alla chiusura dei rifornimenti di benzina già da diversi giorni – con la conseguente notevolissima riduzione del traffico lungo le strade urbane – in queste ore molti esercizi commerciali sono costretti a chiudere (supermercati, negozi e tanti venditori della fiera e della pescheria, molti dei quali sotto la pressione dei manifestanti).

A San Giovanni la Punta il sindaco ha emesso un comunicato stampa in cui si annuncia la possibilità di chiusura delle scuole e dell’asilo nido, oltre alla sospensione del servizio di scuolabus.

“Abbiamo dovuto sospendere il servizio di scuolabus a causa della mancanza di carburante – spiega nella nota il primo cittadino Andrea Messina -, adesso stiamo valutando la chiusura delle scuole che senza riscaldamento e acqua calda, oltre alla mancanza di approvvigionamento degli alimenti per la mensa, non possono offrire ai nostri piccoli concittadini tutti i comfort e le ideali condizioni per la permanenza nei locali scolastici, senza poi considerare le problematiche inerenti al personale docente e non che a causa della mancanza di carburante hanno notevoli difficoltà a recarsi a lavoro ed assicurare tutti i servizi”.

A tal proposito, lunedì mattina si svolgerà una riunione operativa in Municipio, dove si prenderanno le decisioni più opportune tenendo conto delle possibili evoluzioni della situazione.

C’è da attendersi, tuttavia, che decisioni simili possano essere prese a breve anche da altri comuni.

Grande successo per il 3° Festival del Cortometraggio

Eccezionale riuscita ieri sera per il 3° festival del Cortometraggio. In una piacevole serata di fine estate presso l’anfiteatro comunale “Turi Ferro” di San Giovanni La Punta, l’evento organizzato dall’associazione culturale “Punta ai giovani” – in collaborazione con il Comune puntese e la Provincia di Catania – è stato un’affascinante occasione di confronto tra giovani registi ed artisti esperti del mondo dello spettacolo.

Sotto l’abile conduzione di Silvia Ventimiglia, madrina per il secondo anno consecutivo dell’evento, e con i piacevoli intermezzi della splendida voce della cantante Andreazzurra, il Festival è stato un successo tanto nell’organizzazione, quanto nei contenuti. E la notevole affluenza di pubblico ne è certamente la testimonianza.

Sette cortometraggi profondi, assai diversi tra loro per temi e messaggi, ma uniti da una comune intraprendenza dei registi e dal forte impatto comunicativo che ciascuno di essi è riuscito ad infondere.

L’autorevole giuria guidata da un attore di fama internazionale quale Alfredo Li Bassi (che ha anche regalato un breve sketch fuori campo ad inizio serata) ha avuto certamente non poche difficoltà nell’assegnare i vari premi, ma alla fine ogni corto ha avuto un riconoscimento.

La palma per la migliore colonna sonora è andata a “Soul’s Sight – Il sospiro dell’anima” (di Salvo Campisano), struggente storia di una prostituta che, scoperto il vero amore in un fugace incontro, lo rende eterno con un gesto clamoroso ed inevitabile al tempo stesso.

Il riconoscimento come miglior fotografia è andato al Liceo Principe Umberto con “Io davanti a me”, in cui i traumi di un adolescente sono stati abilmente messi in scena dai ragazzi dell’istituto catanese, bravi a creare il giusto connubio tra enfasi giovanile e tecniche cinematografiche.

Per la migliore realizzazione tecnica il premio è andato ad “Un colpo di sfortuna”, lavoro del Corso Europeo di operatore e montatore cine-televisivo 2010; un omaggio (rovesciato ed interattivo, come sottolineano gli stessi autori chiamati sul palco dopo la proiezione) ad un noto episodio di Alfred Hitchcock.

Miglior regia è stata giudicata quella di “L’altra parte” (del pugliese Lorenzo Sepalone), la vicenda di un giovane ragazzo capace di porsi dall’altro lato del mondo, lontano dalla banalità e dalla mediocrità del “normale” anche se inevitabilmente scomodo, il cui sogno sarà interrotto bruscamente, ma reso immortale dal suo libro e dalla donna amata.

Il premio per il miglior attore è stato conferito al corto “Le lune” (di Fabio Leone e Antonella Barbera), un film semplice ma di un’intensità sconvolgente, che affida al ricordo, alla fantasia ed al fascino dell’incoscienza il compito di accomunare un rozzo pastore ennese ad un ragazzino intelligente(interpretato da un sorprendente Gaetano Grassia)  alla scoperta di un mondo irreale e commovente.

Il riconoscimento per la migliore comunicazione è andato a “Il rimorso”, di Lorenzo Muscoso. Un breve spezzone che in pochi minuti riesce a cogliere le mille sfaccettature della coscienza, del tormento interiore e del pentimento delle proprie azioni. Un lavoro reso ancor più significativo dalla vera testimonianza di donne che hanno subito violenza.

Infine, migliore sceneggiatura è stata votata quella de “Il coraggio del dovere”, omaggio di Cristian Riolo al giudice Rosario Livatino, con la partecipazione in due ruoli non facili (e di certo inediti per loro) di Cristiano Di Stefano e Gaetano Pappalardo.

Menzione speciale, ovviamente, per Carmelo Castro e tutto il gruppo di “Punta ai giovani”, capaci di realizzare un evento curato nei minimi particolari e stupefacente per ciò che è riuscito a trasmettere al pubblico di ogni età. Una serata davvero piacevole ed un evento che, a questo punto, si preannuncia un appuntamento irrinunciabile e sempre più prestigioso nei prossimi anni.

DI SEGUITO I TRAILER DEI FILM

L’altra parte

Le lune

Il coraggio del dovere

Soul’s Sight (backstage)

Il rimorso

Un colpo di sfortuna

Io davanti a me

A San Giovanni La Punta il 3° Festival del Corto. Ospite d'onore Alfredo Li Bassi

Serata di gala questa sera (ore 21) con il 3° Festival del Cortometraggio “Città di San Giovanni La Punta”, un evento organizzato dall’associazione culturale “Punta ai giovani”, con il patrocinio del Comune di San Giovanni La Punta e della Provincia di Catania.

Sotto lo spettacolo dell’Etna che stamani ha ripreso l’attività stromboliana, l’anfiteatro comunale (vicino la centralissima piazza Lucia Mangano del comune puntese) sarà animato da una manifestazione che sta divenendo ormai parte integrante dell’estate etnea, attirando concorrenti e spettatori provenienti anche da oltre lo Stretto.

Il Festival – come si legge nello stesso regolamento del concorso – si pone l’obiettivo di incentivare la sperimentazione cinematografica di autori giovani e/o indipendenti. Proprio per questo l’iscrizione è gratuita ed aperta a tutti, con stili e temi scelti liberamente dagli autori. L’unico limite è la durata dei lavori: tra 5 e 15 minuti.

Quella che si terrà oggi, ovviamente, non sarà che la parte finale di un percorso avviato da un paio di mesi, che ha già visto la valutazione e la preselezione degli elaborati da parte di una commissione presieduta dagli organizzatori.

I corti in gara, come hanno annunciato gli stessi promotori del Festival in una simpatica anteprima su YouTube, saranno sette. Questo l’elenco completo:
“Un colpo di sfortuna” (Corso Europeo di operatore e montatore cine-televisivo 2010)
“Soul’s Sight” (Salvo Campisano)
“Il coraggio del dovere” (Cristian Riolo)
“Io davanti a me” (Liceo Principe Umberto)
“L’altra parte” (Lorenzo Sepalone)
“Il rimorso” (Lorenzo Muscoso)
“Le lune” (Fabio Leone e Antonella Barbera)

Stasera la parola passerà al pubblico e naturalmente alla Giuria, composta da importanti personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura: Michela Giuffrida e Gianni Guaneri (artisti contemporanei puntesi), Alessandro Di Bella (curatore della Rassegna  Cortometraggi di Viagrande), Grazia Calanna (giornalista de “La Sicilia” e direttrice del mensile “L’Estroverso”), Valentina Spampinato (presidente dell’Accademia Nazionale dei Mestieri dello Spettacolo), Antonio Magrì e Angelo Di Guardo (i celebri “Violinisti in jeans”), Franco Lazzaro (compositore di colonne sonore per cinema e teatro) e Salvo Rosano (direttore del “CineStar” di San Giovanni La Punta).

La Giuria, che sceglierà i tre migliori cortometraggi, sarà presieduta da una figura molto nota nel panorama del cinema italiano, Alfredo Li Bassi, attore di film celebri come Mary per sempre, Ragazzi fuori, Ultimo -L’infiltrato, Il capo dei capi e Squadra antimafia Palermo Oggi. A presentare la serata sarà Silvia Ventimiglia di Studio90Italia.

“L’obiettivo dell’associazione e del Festival – ci dicono Carmelo Castro e Marco Alfonso, rispettivamente presidente e segretario di “Punta ai giovani” – non è quello di generare una competizione all’ultimo sangue tra registi; l’ideale che ci prefiggiamo è la creazione di una piattaforma di lavoro tra registi emergenti dell’hinterland catanese e registi più maturi provenienti da tutta Italia”.

S. Giovanni la Punta, ai giovani beni confiscati alla mafia

Ancora una grande vittoria contro le mafie, quella ottenuta grazie all’approvazione dei progetti presentati dal “Consorzio Etneo per La Legalità e lo Sviluppo”, per il recupero di immobili confiscati alla Mafia. “Due immobili – dichiara il consigliere comunale di San Giovanni la Punta, Laura Iraci, presidente della II Commissione consiliare con delega alle politiche giovanili. – potranno così essere utilizzati come centro nevralgico di comunità giovanili, che costituirà un importante tassello teso al cambiamento di rotta di San Giovanni La Punta, che da paese dormitorio diventerà un importante punto di incontro di giovani provenienti dalla provincia.”

“E’ un forte segnale – prosegue la Iraci – quello che negli anni il Ministero  ha voluto dare , dedicando attenzione ad un Comune più volte commissariato per infiltrazioni mafiose. Grazie , inoltre, ad un disegno di legge previsto dal Ministro Meloni, sarà possibile richiedere dei finanziamenti per la costituzione di Comunità Giovanili.  Inoltre , anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, lo stesso comune di San Giovanni La Punta sarà scenario dell’evento “Musica contro la mafia”, ormai diventato un appuntamento fisso per i giovani di tutta la regione”.

Anche il sindaco Andrea Messina si dimostra soddisfatto, e continuerà a monitorare l’attenzione verso l’impegno della lotta alla criminalità organizzata, rendendo il paese luogo di incontro di una parte giovanile sana, e non più scenario di rivendicazioni mafiose.

San Giovanni La Punta, infatti, è stato uno dei primi comuni ad aderire al “Consorzio etneo per la legalità e Sviluppo”, e già da tanti anni le Associazioni Fratres e Scout Agesci presenti sul territorio, possono usufruire di un immobile confiscato alle organizzazioni mafiose.